rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Stalking / Genova

Uccise la fidanzata, esce dal carcere e viene arrestato per stalking

La notte di Natale, la polizia di Genova ha arrestato nel quartiere di Marassi per il reato di stalking Michele Arcangelo Conte, di 49 anni, con precedenti penali e di polizia per omicidio, incendio aggravato, maltrattamenti in famiglia e minacce

GENOVA - La polizia ha arrestato per stalking nei confronti della ex fidanzata un pregiudicato di 49 anni, Michele Arcangelo Conte, che nel 2004 ad Albenga, in provincia di Savona, aveva ucciso con 22 coltellate l'allora convivente a seguito di una lite.

L'ARRESTO - L'uomo, che aveva appena finito di scontare una pena di 12 anni di reclusione per l'efferato omicidio, si era appostato nei pressi dell'abitazione della ex per spiare i movimenti. Ad allertare la polizia è stata la donna stessa, allarmata dalla strano comportamento del 49enne. L'uomo, incapace di accettare la fine della relazione, aveva iniziato a perseguitarla, controllandone gli spostamenti, nascondendosi sotto la sua abitazione e minacciandola più volte, anche nel cuore della notte.

IL PRECEDENTE - Nel 2004, a Garlenda, l’uomo aveva ucciso con 22 coltellate la convivente di allora, la chiromante Roberta Bordin al termine di una furibonda lite, venendo poi condannato a 12 anni di carcere. Uscito di carcere nel 2013, era tornato a vivere a Genova, dove aveva allacciato una relazione con una donna, che aveva però interrotto i rapporti con lui a causa dei suoi comportamenti ossessivi e violenti. Tutti i particolari della vicenda su Genova Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la fidanzata, esce dal carcere e viene arrestato per stalking

Today è in caricamento