Martedì, 22 Giugno 2021
Vicenza

Giada, bimba prodigio della danza: "Cerchiamo un mecenate per farla studiare"

A undici anni ha vinto una borsa di studio per una prestigiosa scuola a Vienna. Il papà però è disoccupato e non può permettersi di pagarle vitto e alloggio

Si chiama Giada, ha undici anni e da quattro studia danza classica in un piccolo paesino della provincia di Vicenza. E' un talento che ha bisogno di essere aiutato, i genitori hanno perso il lavoro e lei rischia di appendere le scarpette al chiodo.

"Cerchiamo un mecenate generoso, magari un super pagato calciatore, che adotti artisticamente Giada" spiega la Maestra, Lisa Stragapede.

Giada ha già vinto già decine di talent e concorsi durante la sua breve carriera. Aveva 7 anni quando ha iniziato a studiare danza alla Free Harmony di Bolzano Vicentino. I genitori, riconosciuto un talento innato, l’hanno sempre appoggiata, accompagnata alle lezioni e fatto gli sforzi economici per farla partecipare ai corsi e ai concorsi di danza.

Poi la crisi ha colpito anche questa famiglia di Pozzoleone. Il papà perde il lavoro e Giada deve rinunciare alla danza. La sua insegnante di danza non ci pensa due volte ad aiutarla, così per molto tempo Lisa Stragapede, diventa la sua mecenate, è lei che le fa continuare gli studi e partecipare ai concorsi necessari con la speranza che qualcuno, notando il suo talento, si faccia carico della sua carriera.

Giada ha vinto uno stage estivo per il prossimo anno presso la Staatsoper di Vienna, ma il destino avverso tenta ancora di tarparle le ali. Per vivere in questa capitale è necessaria una somma di denaro che né la scuola, né la famiglia possono far fronte.

"Abbiamo quindi lanciato questa sfida, trovare qualcuno che adotti artisticamente Giada e l’aiuti a studiare - insiste la Maestra - Perché non solo ha tutte le caratteristiche per diventare una stella, ma anche perché talenti come lei non possono essere ignorati". 

Basterebbero poche migliaia di euro per far realizzare il suo sogno. Sono sicura che di questa storia ne sentiremo parlare, perché se è vero che la crisi uccide, è vero anche che qualche volta può fare miracoli. Il legame profondo che lega Giada alla scuola è mediato dalla sensibilità di Lisa che riconosce oltre l’apprendimento dell’abc della danza, l’inusuale spinta artistica della bambina. La sua non dovrà essere un’uscita di scena, bensì l’esordio di un primo grande capolavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giada, bimba prodigio della danza: "Cerchiamo un mecenate per farla studiare"

Today è in caricamento