Sabato, 15 Maggio 2021
Ancona

Scampò all’attentato del Bardo a Tunisi, Giancarlo Bartolini ucciso dal Covid

Il cordoglio del sindaco di Osimo per la morte dl 56enne, titolare del Joy’s Coffee & Food: “Sgomento in città”

Nel 2015 era scampato insieme alla moglie all’attentato al museo del Bardo di Tunisi, nel quale persero la vita 23 persone. Giancarlo Bartolini, titolare di un bar a Osimo (Ancona), è morto a 56 anni dopo un lungo ricovero dovuto al Covid. 

Il sindaco della città marchigiana, Simone Pugnaloni, ha espresso il cordoglio della cittadinanza per la morte di Bartolini, che ha provocato "sgomento in città". “Un altro grande amico della città ci lascia causa covid 19. Ciao Giancarlo!”, ha scritto su Facebook. Giancarlo Bartolini era titolare del Joy’s Coffee & Food. Il sindaco ha ricordato “la sua solarità, sempre con il sorriso sulle labbra, la sua solidarietà proprio contro il Covid 19 quando aveva dimostrato con  un grande gesto di solidarietà verso gli operatori socio sanitari e del volontariato il dono a loro di pasti durante il loro prezioso servizio durante il primo lockdown”. 

Bartolini “in queste settimane ha lottato silenziosamente con tutta la sua forza, ma non ce l'ha fatta”, ha scritto Pugnaloni. “Il suo dinamismo di imprenditore, lo stretto legame con i suoi familiari contitolari dell'attività sono per tutti noi  testimonianza viva di positività ed intraprendenza. A nome mio personale e di tutta la città giungano ai suoi familiari le più sentite condoglianze. Un caro abbraccio”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scampò all’attentato del Bardo a Tunisi, Giancarlo Bartolini ucciso dal Covid

Today è in caricamento