rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Città Frosinone

Alatri, aggredita una giornalista di La7: "Testimone di una rissa, sono stata accerchiata"

Irene Buscemi si trovava nella cittadina in provincia di Frosinone per documentare la fiaccolata organizzata dal paese in memoria di Emanuele Morganti

Irene Buscemi, giornalista del programma "Tagadà" di La7, ha raccontato di aver subìto un'aggressione ad Alatri, il paese di Emanuele Morganti, il ragazzo morto dopo un pestaggio avvenuto sabato scorso. 

“Mi hanno accerchiato e mi hanno gettato la telecamera a terra”, ha raccontato in studio la videomaker e cronista. Irene Buscemi si trovava nella cittadina in provincia di Frosinone per documentare la fiaccolata organizzata dal paese in memoria del giovane. “A un certo punto è scoppiata una rissa furibonda tra gli amici e parenti di Emanuele Morganti: una parte, infatti, voleva convincere gli altri a partecipare a una spedizione punitiva nei confronti di alcuni ragazzi albanesi”.

Quando ha cercato di documentare quanto stava avvenendo, però, alcuni di loro l’hanno aggredita. “Per molte ore sono rimasta senza telecamera”. I filmati sono stati cancellati, molto probabilmente dagli aggressori. “Mi ha colpito il fatto che nessuno sia intervenuto in mia difesa e che nessuno abbia filmato quanto stava avvenendo col telefonino”, ha concluso la giornalista. La giornalista di Tagadà ha presentato denuncia alle forze dell’ordine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alatri, aggredita una giornalista di La7: "Testimone di una rissa, sono stata accerchiata"

Today è in caricamento