Mercoledì, 3 Marzo 2021

Giovane sequestrata e costretta a prostituirsi: liberata grazie a un video

Era stata portata a Milano con la promessa di un lavoro come commessa in una boutique

Foto d'archivio

Non poteva uscire senza il suo permesso. Era lui a dirle quando mangiare, quando lavarsi e quando andare a 'lavorare' in strada, dove era costretta a prostituirsi da quando dal mese di aprile era arrivata a Milano.

E lei, una uruguaiana di 23 anni, sui marciapiedi di viale Teodosio passava le sue notti senza alternativa tra colleghe e clienti: raccogliendo 200 o 300 euro a nottata. Soldi che poi andavano direttamente nelle mani del suo aguzzino, un connazionale di 49 anni: Carlos P., con precedenti penali specifici.

Un incubo nel quale era precipitata per aver creduto alla promessa di un posto da commessa in un negozio di abbigliamento o - perché no? - in una boutique del Quadrilatero della Moda. Un inferno dal quale è uscita grazie a sé stessa e a un lavoro eccezionale della polizia del suo paese e di quella italiana.

E' stata proprio la 23enne a lanciare la richiesta d'aiuto ai suoi parenti in Sudamerica. In un momento di distrazione del suo aguzzino è riuscita a recuperare il suo cellulare e mentre era al supermercato ha fatto un video e scattato delle foto chiedendo aiuto. In un attimo ha inoltrato la sua testimonianza ad alcuni parenti nascosti nella rubrica del telefonino con nomi in codice per non farli individuare dall'uomo. Il 49enne, infatti, oltre a minacciarla personalmente, per intimidirla le diceva che i suoi complici a Montevideo avrebbero fatto fuori la sua famiglia, se solo lei avesse provato a ribellarsi.

Quei video e quelle foto, grazie all'intervento dell'Interpol, sono finiti sui tavoli dell'Upg di via Fatebenefratelli. I poliziotti milanesi hanno capito dalle immagini che si trattava della zona di Lambrate. Le indagini - velocissime - hanno portato gli agenti ad un appartamento in via Adolfo Wildt, dove la donna era segregata.

Continua a leggere su MilanoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane sequestrata e costretta a prostituirsi: liberata grazie a un video

Today è in caricamento