Venerdì, 14 Maggio 2021
Salerno

Perse una gamba a 18 anni per salvare l’amica, a Giulia Muscariello la medaglia al valor civile

L’annuncio del sindaco di Nocera Superiore. L’amica della ragazza, Chiara Memoli, aveva lanciato per lei una raccolta fondi su GoFundMe: “Voglio fare in modo che possa prendere in mano la sua vita, realizzare tutti i suoi sogni ed esprimerle gratitudine per il suo gesto ‘EROICO’”

Giulia Muscariello e Chiara Memoli

Lo scorso 31 luglio la 18enne Giulia Muscariello era rimasta coinvolta in un incidente stradale mentre si trovava insieme a un’amica a Nocera Superiore. Una macchina all’improvviso era piombata sul muretto dove si trovavano le due ragazze: vedendola arrivare per prima, Giulia aveva avuto la prontezza di riflessi di spingere via l’amica, ma non aveva fatto in tempo a spostarsi, finendo travolta. I medici purtroppo non avevano potuto fare altro che amputarle la gamba.

In occasione della Giornata internazionale della donna, il sindaco di Nocera Superiore ha annunciato che alla giovane studentessa, originaria di Cava de' Tirreni, sarà conferita la medaglia al valor civile

Medaglia al valor civile a Giulia Muscariello

“La Festa della Donna che si celebra quest'oggi ci dà l'occasione anche per preannunciarvi l'intenzione, in accordo con il Ministero dell'Interno, di riconoscere una medaglia al valor civile per una ragazza, Giulia Muscariello, che il 31 luglio scorso, a Nocera Superiore, salvò la vita ad una sua amica evitando che un'auto le piombasse addosso dopo aver perso il controllo. Al coraggio di questa giovane donna straordinaria va la nostra gratitudine”, ha scritto su Facebook il primo cittadino Giovanni Maria Cuofano, rivolgendo poi un pensiero “alle donne rimaste vittime del Covid, a coloro che soffrono in un letto d'ospedale, a coloro che sono al capezzale di un proprio caro, a quante subiscono violenza psicologica o fisica tra le mura di casa.  Un abbraccio a tutte voi, nella speranza di poter tornare presto alla tanto agognata normalità”. 

Tornerà a camminare grazie alla protesi

Giulia è stata in cura presso il centro protesico Inail di Budrio, nel bolognese, dove oltre all’assistenza con la protesi ha ricevuto anche sostegno a livello psicologico. La protesi che le è stata impianta è una protesi transfemorale con ginocchio policentrico pneumatico autoadattativo, cioè che si adatta automaticamente alla velocità di cammino della persona, avevano spiegato i tecnici dell’Inail a Quotidiano.net.

“Tornare a camminare significa per me tornare a vivere”, aveva raccontato Giulia. “Sono stata nel bolognese un mese e mi hanno aiutato tantissimo, anche a livello psicologico, perché, dopo un forte trauma, si tende a rivivere quei brutti momenti. Alzarmi dalla sedia a rotelle e rimettermi in piedi, è come tornare a vivere - aveva detto - Dopo li liceo devo ancora pensare a cosa fare, Ma ora i sogni possono diventare realtà. Nulla è precluso”. 

Giulia Muscariello, la 18enne che ha perso una gamba salvando un’amica 

Pochi giorni dopo l’incidente che le aveva viste coinvolte, l’amica di Giulia, la coetanea Chiara Memoli, aveva lanciato una raccolta fondi su GoFundMe per sostenere la ragazza

“Ho deciso di organizzare questa raccolta per sostenere Giulia e la sua famiglia in tutte le spese che dovranno affrontare e per assicurarle il futuro che merita senza limitazioni - scriveva Chiara - Giulia ha 18 anni, ha ancora una vita davanti e sogna di fare tantissime cose…… ed io voglio fare in modo che possa prendere in mano la sua vita, realizzare tutti i suoi sogni ed esprimerle gratitudine per il suo gesto ‘EROICO’”. 

Quasi duemila persone hanno risposto al suo appello e hanno fatto una donazione, raccogliendo quasi 50mila euro rispetto ai 40mila fissati come obiettivi. La campagna era stata sostenuta anche da Chiara Ferragni, che aveva condiviso la storia delle due ragazze sul suo profilo Instagram. 

Chiara Memoli aveva riassunto cosa era successo quella drammatica sera.

Eravamo sedute su un muretto, quando all’improvviso siamo state investite da un’auto. Giulia, seduta accanto a me, si è resa conto per prima del pericolo, e mi ha spinto salvandomi dal drammatico impatto. Io sono rimasta illesa ma la gamba sinistra di Giulia è rimasta compromessa. I sanitari, vista la grave situazione, pur di salvare la vita di Giulia, hanno deciso per l’amputazione”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perse una gamba a 18 anni per salvare l’amica, a Giulia Muscariello la medaglia al valor civile

Today è in caricamento