Domenica, 9 Maggio 2021
Napoli

Un'iguana a rischio estinzione all'interno degli uffici di una società di consulenza

Quel rettile non poteva stare lì e così sono arrivati i carabinieri per capire in che condizioni si trovasse l'animale. Tutt'altro che buone visto che aveva una ferita e una ustione e così è scattato il sequestro dell'esemplare raro

Iguana - FOTO ANSA

L’Italia non è il suo habitat naturale. Inoltre viveva in uno spazio troppo piccolo, tanto da riportare delle lesioni. E’ per questo che oggi i carabinieri del Cites di Napoli si sono presentanti nella sede di una società di servizi di consulenza sulla sicurezza e igiene dei posti di lavoro, dove hanno sequestrato un'iguana a rischio estinzione. Un esemplare lungo 1,30 metri che non sarebbe dovuto stare nel napoletano, ma che invece veniva mantenuto all’interno di una teca piccola, troppo anche per consentirgli ogni minimo movimento naturale. Infatti, quando i militari sono arrivati sul posto, hanno trovato l’iguana con un dito di una zampa dalla forma irregolare, una ustione su un fianco per l’impatto con le lampade riscaldanti poste vicino alla teca, ma senza le dovute protezioni e anche una ferita sul naso, secondo i militari dovuta all’impatto con il vetro nel quale l’animale non riusciva a muoversi.

Alla fine il rettile, contemplato nell’elenco degli animali a rischio e ai quali è dovuta massima protezione, è stato sequestrato e affidato temporaneamente alle cure del centro veterinario della Asl del capoluogo campano. Sarà poi successivamente trasferito in una struttura idonea, lontano dal suo padrone, che nel frattempo è stato denunciato.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'iguana a rischio estinzione all'interno degli uffici di una società di consulenza

Today è in caricamento