Giovedì, 4 Marzo 2021
Ravenna

Ilenia Fabbri sgozzata in casa: un giallo senza risposte

Il sindaco di Faenza: "Sono sconvolto dall'efferatezza del gesto". Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire le ultime ore di vita della donna. Che cosa si sa finora

"Faenza è stata scossa ieri da un grave fatto di sangue. Come tutti sono sconvolto dall'efferatezza del gesto che ha tolto la vita a Ilenia Fabbri. Senza entrare nel merito delle indagini, fa però riflettere che a perdere la vita in modo così violento sia stata, ancora una volta, una donna. Ho massima fiducia negli investigatori, la polizia di Stato del commissariato di Faenza e la Squadra Mobile della Questura di Ravenna e degli organi inquirenti coordinati dalla Procura della Repubblica di Ravenna che stanno lavorando incessantemente da ieri per chiarire quanto accaduto. Come comunità faentina per ora possiamo solo stringerci al dolore dei famigliari e agli amici di Ilenia". Queste le parole su Facebook del sindaco di Faenza Massimo Isola.

L'omicidio di Ilenia Fabbri a Faenza

Un giallo senza risposte. Proseguono a 360 gradi le indagini della Squadra Mobile di Ravenna, diretta dal dirigente Claudio Cagnini, e del Commissariato di Polizia manfredo - coordinati dal pubblico ministero di turno Angela Scorza e dal procuratore capo facente funzione Daniele Barberini - per far luce sull'omicidio della 46enne Ilenia Fabbri, consumatosi nella nottata tra venerdì e sabato nella sua abitazione in via Corbara.

Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire le ultime ore di vita della donna e quali sarebbero stati i motivi da armare la mano dell'assassino. Fino a notte fonda sono stati ascoltati in commissariato l’ex marito, l’attuale compagno della vittima, la figlia e un’amica della figlia. Ascoltata anche una vicina, che avrebbe avvertito delle urla.

L’allarme alla Polizia è stato dato dalla figlia della vittima, 21 anni, che vive con la madre e che fino alle 5 della mattina si trovava in casa con la madre e con un’amica 20enne. Poi è partita assieme al padre, ex marito della vittima (i due sono separati da tempo), per il Nord Italia, per ritirare un’auto. Ad avvertire la figlia del delitto sarebbe stata la sua amica, che quella notte si trovava appunto ospite a casa della vittima e della figlia. Secondo le prime ricostruzioni fornite agli inquirenti, l’amica avrebbe riferito di aver avvertito trambusto e grida provenire dall’interno della casa, notando una presenza e, spaventata dall’accaduto, si sarebbe nascosta in una stanza. Oggi in mattinata la Procura di Ravenna ha affidato l'autopsia al medico legale veronese Franco Tagliaro per capire se il taglio alla gola sia la sola causa di morte o se siano stati inferti altri colpi. Gli interrogatori delle persone informate sui fatti, continuati fino alle due di notte, sono ripresi oggi. In particolare sono stati sentiti la figlia, l'amica di questa presente nell'abitazione al momento del delitto, l'ex marito e il nuovo compagno della vittima. Non risultano al momento esserci indagati. 

Il corpo si trovava in una stanza, a quanto pare la cucina, collegata ad uno sgabuzzino che conduce all’esterno della complesso abitativo di via Corbara. L'abitazione è stata posta sotto sequestro.

omicidio-faenza-6-02-2021-3-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilenia Fabbri sgozzata in casa: un giallo senza risposte

Today è in caricamento