rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Città Roma

"Mi hanno dato fuoco e buttato in un cassonetto"

La denuncia shock di un 42enne di nazionalità marocchina ora ricoverato all'ospedale Pertini di Roma

ROMA - Ha riportato ustioni alle gambe ed è ricoverato (non in gravi condizioni, per fortuna) all'ospedale romano Pertini il 42enne marocchino che ieri sera ha raccontato ai carabinieri di aver subìto un'aggressione nella zona di via Casal de' Pazzi.

"Cinque persone mi hanno gettato in un cassonetto e mi hanno dato fuoco", ha detto l'uomo agli agenti.

A dare l'allarme sono stati alcuni passanti che hanno visto prima le fiamme e poi sentito il grido d'aiuto dell'uomo. Sul posto è poi giunta un'ambulanza che ha condotto il 42enne al vicino ospedale Pertini. Sull'episodio indagano i carabinieri di Montesacro che stanno cercando di definire i contorni della vicenda. Al momento non c'è una pista che porti all'ipotesi di un'aggressione razzista.

L'uomo, Rachid Zahraoui, aveva con sé degli accendini ed era ubriaco. Secondo quanto riferito dai carabinieri, avrebbe accennato a cinque persone senza specificare con chiarezza il loro ruolo nella vicenda. (da RomaToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi hanno dato fuoco e buttato in un cassonetto"

Today è in caricamento