rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Milano

Maxi tamponamento in autostrada: morte nonna e nipotina

Lo schianto ha coinvolto tre auto e un camion

Nonna e nipote sono morte insieme in un terribile incidente sulla autostrada A4. Lo schianto, che ha coinvolto tre auto e un camion, è avvenuto nel pomeriggio di venerdì 3 marzo 2023, intorno alle 15, nel tratto autostradale compreso tra le uscite Pero Fiera Milano e Milano Viale Certosa. Ad avere la peggio una signora di 58 anni e la sua nipotina di 15, che stavano viaggiando su una Opel Corsa. Sul posto sono accorsi quattro ambulanze, un'automedica e un elicottero del 118. Per le due vittime, entrambe italiane e residenti in provincia di Biella, purtroppo, era già troppo tardi. Ferite anche altre quattro persone, due uomini e due donne, che erano a bordo di una Jeep Renegade e di un'Audi e che sono state trasportate all'ospedale in codice giallo e non si trovano in pericolo di vita. 

L'ennesimo incidente mortale sull'A4

È il terzo incidente mortale che avviene in quel tratto di autostrada nelle ultime settimane. In tutti i casi le vittime, adesso cinque in totale, erano delle donne. L'ultimo in ordine cronologico è di mercoledì 22 febbraio, intorno al mezzogiorno. A perdere la vita è stata Beatrice Dell'Orto: l'impatto tra il suo Volkswagen Caddy e un camion non le ha lasciato scampo. Il furgone guidato dalla donna, un'addestratrice di cani di 33 anni, ha tamponato il tir, infilandosi in parte sotto il cassone del mezzo pesante. Un incidente che per dinamica - la parte anteriore del Caddy era totalmente accartocciata - avrebbe lasciato poco scampo a chiunque. Lo schianto è avvenuto tra la barriera di Ghisolfa e l'uscita di Certosa, in direzione Venezia.

Le due donne travolte da un'auto al casello

Nella notte tra venerdì e sabato 18 febbraio a morire, come nel drammatico evento del pomeriggio del 3 marzo, sono state due donne - Laura Amato, 54 anni, e l'amica, 59enne Claudia Turconi. Le due, entrambe operatrici sanitarie, sono state uccise alla barriera di Milano Ghisolfa da un'auto impazzita. Erano ferme a bordo di una Lancia Y al casello, a ritirare il biglietto, quando sono state investite da un uomo di 39 anni alla guida di una Lancia Musa. È arrivato a circa 150 chilometri orari e le centrate in pieno, senza frenare. Sull'incidente è stata aperta un'inchiesta coordinata dal procuratore Paolo Filippini per omicidio stradale.

Continua a leggere Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi tamponamento in autostrada: morte nonna e nipotina

Today è in caricamento