rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Città Milano

Passò col rosso, uccise un uomo e scappò: "Dieci anni di carcere"

La richiesta del pm per il pirata fuggito lasciando morire un altro automobilista. I motivi

Rischia una condanna per "omicidio stradale aggravato". Il pm di Milano, Francesco Cajani, ha chiesto dieci anni di carcere per Franko Della Torre, il trentatreenne che lo scorso 30 aprile era fuggito dopo un incidente in viale Monza nel quale aveva perso la vita il cinquantaseienne Livio Chiericati.

Secondo quanto riporta MilanoToday, Della Torre, che viaggiava a bordo di un'Audi Q7, aveva ignorato un semaforo rosso e aveva superato l'incrocio con via dei Popoli Uniti ad alta velocità per poi scontrarsi con la Nissan Qashqai della vittima. Dopo lo schianto, con Chiericati ferito e incosciente, l'uomo era fuggito salvo consegnarsi dodici ore dopo, quando l'altro automobilista era già morto. La sentenza del gup Natalia Imarisio è prevista martedì prossimo, dopo l’arringa del difensore dell'imputato. Venerdì, invece, a prendere la parola è stato il magistrato, che non ha chiesto il massimo della pena perché Della Torre non era né ubriaco né sotto effetto di stupefacenti.

Le foto e il video dopo il tremendo schianto

Dieci anni - ha detto il pm - è “una pena adeguata perché si possa pensare a una funzione rieducativa”. E anche “congrua rispetto alla gravità del fatto, alla violenza omicida che deve essere fermata e, all’egoismo che scappa e condanna a morte certa chiunque di noi, a caso”. "Questo episodio - ha scritto il pm in una memoria - sembra dire che non possiamo confidare nella coscienza di un omicida, che aggredisce i nostri luoghi di vita abituale e poi fugge via". Della Torre, che ha scelto il rito abbreviato, in caso di condanna avrà diritto allo sconto di un terzo della pena.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passò col rosso, uccise un uomo e scappò: "Dieci anni di carcere"

Today è in caricamento