Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca / Roma

"Siamo in tre, facci lo sconto": gli sms dei clienti alle baby squillo

Nei cellulari e nei computer dei clienti delle due baby squillo romane un mondo fatto di perversione e abusi: "Se vi volete divertire sono mille euro a persona". Forte il sospetto che esistano altri video di incontri fra uomini e le ragazzine

ROMA - Impiegati, studenti, qualche libero professionista: diciotto persone, per ora, accomunate dalla passione per gli incontri sessuali a pagamento. In particolare, per quelli con le due baby squillo romane coinvolte nel giro di prostituzione minorile che aveva come base un appartamento ai Parioli. 

Alcuni contattavano direttamente le ragazzine via Facebook. Altri, la maggior parte, contrattavano con i tre sfruttatori delle giovani. Richieste di appuntamento, "dibattiti" sul prezzo, sconti. Nei cellulari e nei computer delle persone finora identificate, "personalità random", si nascondeva un mondo fatto di perversione e abusi. 

Tra chi trattava sul tariffario e chi cercava di "imbucare" amici. "È la mia ragazza, se vi volete divertire le spese sono mille euro a persona più il viaggio in aereo", diceva il caporalmaggiore Nunzio Pizzacalla, ora in cella, a Paolo, un cliente che aveva organizzato un incontro con altri due amici in un’altra città. 

E ancora: "Siamo in tre, fammi lo sconto". Oppure c'era chi, più anziano, si faceva bastare qualsiasi cosa: "C’è poi questo signore un po' anziano che ha la casa, viene da fuori. Lui si accontenta di un rapporto orale".

E le due ragazzine zitte: eseguivano in cambio di soldi, quasi sempre il 40% di quello che incassavano i tre sfruttatori. Costrette a rapporti sessuali con persone molto più grandi e senza scrupoli. 

Come Michael Mario De Quattro, anche lui arrestato, che con il cellulare ha ripreso un suo incontro con una delle due baby squillo e poi l'ha ricattata minacciandola di diffondere il filmato. Altri hanno fatto lo stesso? Ci sono altri clienti in possesso di quei video? E' proprio su questo punto che si stanno concentrando le indagini degli inquirenti: il sospetto che esistano altri filmati è forte. La paura che lo scandalo sia solo all'inizio è tanta. (da RomaToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo in tre, facci lo sconto": gli sms dei clienti alle baby squillo

Today è in caricamento