rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Città Firenze

Da insegnante di sostegno a bidella per dedicarsi al figlio malato: guadagna di più

La collaboratrice scolastica con un part-time guadagna la stessa cifra di quando lavorava nella cooperativa come insegnante di sostegno

Forse fare l'insegnante era stato il suo sogno fin da piccola o forse no, ora quello che vuole è solo avere più tempo da dedicare al proprio figlio affetto da una grave malattia rara. La storia dell'insegnante che diventa bidella offre importanti spunti di riflessione, facendo leva soprattutto sulle incongruenze della scuola italiana. Andiamo per ordine.

Una giovane insegnante di sostegno di un istituto superiore della Toscana ha scelto di lasciare la cooperativa per la quale lavorava per diventare collaboratore scolastico nella stessa scuola. Inizialmente i ragazzi hanno fatto un po' di fatica ad abituarsi ma per questa donna non c'erano altre soluzioni. Aveva necessità di dedicare più tempo al proprio figlio affetto da una grave malattia rara, che causa un ritardo psicomotorio, ipotonia dell’asse, spasticità degli arti, distonia, epilessia e che soprattutto necessita di terapie mirate.

Non ci ha pensato due volte, la giovane maestra ha lasciato l'impiego dopo la chiamata che le annunciava la possibilità di lavorare part-time come bidella. La sorpresa è che da collaboratrice scolastica, con un impegno di 4 ore al giorno, guadagna praticamente la stessa cifra di quando lavorava come insegnante di sostegno per molte più ore. "Con la cooperativa ci facevano fare anche dei corsi di formazione fuori dall'orario di lavoro, retribuiti al 50%", spiega la donna. "Oggi lavoro il pomeriggio e sono più tranquilla, sto molto meglio e riesco a seguire come voglio il bambino. Spero soprattutto di aiutarlo a trovare le cure ed una strada dignitosa per la sua vita". In questa storia appare chiaro che in Italia fare l'insegnate non è un privilegio ma un lusso che alcune persone non possono permettersi.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da insegnante di sostegno a bidella per dedicarsi al figlio malato: guadagna di più

Today è in caricamento