Domenica, 7 Marzo 2021
Ravenna

"Tornate a casa vostra, vi ammazzo tutti": insulti razzisti ai bimbi del centro estivo

La denuncia del giornalista Matteo Cavezzali, che da cinque anni tiene un laboratorio tearale per i bimbi del centro ricreativo multietnico

Alcune bambine che partecipano al centro ricreativo multietnico di Città Meticcia a Ravenna

"Due volte, due persone diverse, sono venute a minacciare i bambini. Una donna gli ha detto di 'tornare a casa loro', un uomo più esplicitamente gli ha gridato 'vi ammazzo tutti', seguito da parole che non voglio ripetere".

Questa la denuncia del giornalista Matteo Cavezzali, che da cinque anni tiene un laboratorio di teatro per i bambini del centro ricreativo multietnico organizzato ogni anno dall'associazione Città Meticcia a Ravenna. 

Per la Cassazione dire "andate via" agli extracomunitari è razzismo 

"Lo faccio per i bambini che non possono permettersi i centri ricreativi e che, quando finisce la scuola, rimangono in strada", dice Cavezzali in un post pubblicato su Facebook.

 "Ringrazio le forze dell’ordine, che dopo la nostra segnalazione sono passate più volte a controllare che i bambini fossero al sicuro. Però mi rimane una domanda: che vita tremenda deve avere una persona per prendersela con dei bambini? Perchè, invece di abbrutirsi, non è venuta a darci una mano? I molti volontari che vengono, tanti giovanissimi, tornano a casa stanchi, stremati, ma sempre con una grande gioia dentro il petto"

La notizia su RavennaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tornate a casa vostra, vi ammazzo tutti": insulti razzisti ai bimbi del centro estivo

Today è in caricamento