Lunedì, 25 Gennaio 2021
Bologna

Irene Boruzzi: la ragazza di 19 anni falciata e uccisa sulle strisce da un ubriaco al volante

Il tragico incidente a Castenaso, in provincia di Bologna. Arrestato per omicidio stradale l'uomo alla guida: aveva un tasso alcolemico nel sangue oltre quattro volte il limite

Irene Boruzzi aveva 19 anni. Foto da: Resto del Carlino

L'impatto è stato violento, non ha avuto scampo. Incidente mortale a Castenaso, in provincia di Bologna: una ragazza di 19 anni, Irene Boruzzi, è morta falciata da un'auto in via del Frullo a Castenaso conta una nuova vittima della strada. La tragedia nel tardo pomeriggio di ieri, a ridosso della rotonda Zucchi. La giovane, residente a Castenaso e studentessa dell’Istituto Superiore Giordano Bruno di Budro, è stata investita da un'utilitaria guidata da un uomo di 45 anni.

La giovane falciata sulle strisce a Castenaso (Bologna)

La giovane era uscita per fare jogging, e sarebbe stata falciata dalla Opel Astra lungo le strisce pedonali a poca distanza da casa: un impatto violentissimo, vani tutti i soccorsi. In pochi minuti sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno provato di tutto per rianimarla, mentre i Carabinieri arrestavano per omicidio stradale l'automobilista, per il quale sono stati disposti i domiciliari. 

L'uomo è risultato positivo all'alcol test: secondo quanto riporta l'Ansa aveva un tasso alcolemico nel sangue "oltre quattro volte il limite consentito". 

"La ragazza stava correndo quando è avvenuto l'incidente - ha commentato il sindaco Carlo Gubellini - È un fatto che ci colpisce. Via Frullo è una delle vie che portano in paese. La ragazza stava correndo ed era sulle strisce. Era la nipote di secondo grado del fondatore di un noto panificio di Castenaso, dove ancora lavora la sua mamma".

Asaps: "Ormai è sistematica l'applicazione dei domiciliari agli arrestati"

Giordano Biserni, presidente Asaps, associazione sostenitori Polstrada, è sconsolato: "Ormai è sistematica l'applicazione dei domiciliari agli arrestati. Ma non è tanto questo, e solo questo, il punto: stiamo assistendo alla demolizione di tutto ciò che era stato fatto per il contrasto all'ubriachezza su strada. Di fatto la legge sull'omicidio stradale, con la concessione incrociata delle attenuanti generiche e dei patteggiamento è superata, dal punto di vista delle pene per i responsabili".

Per Biserni quanto era stato fatto sul fronte sanzionatorio con la legge sull'omicidio stradale si sta, nei fatti, smontando: "Dopo una prima fase in cui avevamo visto sentenze significative, ora mano a mano si stanno abbassando le pene e si sta tornando ai livelli di prima. La curva dell'attenzione su questo tema sta scendendo. Siamo alla 'catena di smontaggio' del contrasto all'ubriachezza su strada. E nessuno ne parla"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irene Boruzzi: la ragazza di 19 anni falciata e uccisa sulle strisce da un ubriaco al volante

Today è in caricamento