Mercoledì, 23 Giugno 2021
Città Livorno

Jonathan Mangone, il cassiere ucciso dal Covid a 39 anni: non aveva altre patologie

Aveva da giorni febbre e dolori articolari. E' morto aspettando il tampone, dopo essere stato ricoverato in ospedale. La positività accertata solo in seguito al decesso

Stava male da giorni Jonathan Mangone, 39 anni, dipendente in un supermercato di Livorno: febbre e dolori articolari. E' morto aspettando il tampone, dopo essere stato ricoverato in ospedale.

Jonathan Mangone morto di Covid a Livorno

Il medico di famiglia gli aveva prescritto una terapia a base di cortisone, antibiotico ed eparina, senza visitarlo, spiegandogli che se le sue condizioni fossero peggiorate, si sarebbe proceduto con il test molecolare. 

I familiari di Mangone hanno raccontato il dramma al quotidiano locale Il Tirreno. L'uomo si è aggravato sabato scorso, così la mamma ha chiamato l'ambulanza. I medici hanno fatto il possibile per salvargli la vita ma le sue condizioni di salute sono precipitate. Jonathan ha avuto un arresto cardiaco durante il tragitto verso il nosocomio, poi è stato ricoverato ma è morto dopo poche ore. Sono stati soltanto gli esami post mortem a confermare la positività al coronavirus..

Jonathan Mangone non aveva malattie pregresse, era solo un po' sovrappeso I suoi cari hanno deciso di presentare un esposto alla procura. Ricordato da tutti come un "gigante buono", sono tanti gli amici e i conoscenti che gli tributano un ultimo saluto sotto al commovente post del fratello su Facebook.

mangone morto covid livorno-2

Jonathan Mangone lavorava come cassiere in un supermercato di Livorno. Durante il lockdown mesi fa aveva lanciato diversi appelli sui social, chiedendo responsabilità ai cittadini e garantendo il servizio nei supermercati. “I negozi di alimentari rimangono sempre aperti, non assaliteci, non venite di corsa. Siamo e saremo sempre aperti ma rispettate anche il servizio che facciamo, con educazione“, scriveva il 13 marzo, a inizio emergenza, su Facebook. “Dovete aiutare anche noi, siamo anche noi a rischio e lo siamo per non farvi mancare nulla”.

Era un grande tifoso del Livorno, indossava spesso i colori amaranto nella vita di tutti i giorni. Sui social lo salutano anche molti supporter: "Solo silenzio, R.i.p Jonny".

Sergio, l'infermiere morto di Covid a 28 anni: il commovente messaggio prima di essere intubato

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jonathan Mangone, il cassiere ucciso dal Covid a 39 anni: non aveva altre patologie

Today è in caricamento