Martedì, 15 Giugno 2021
Storie / Genova

Il sogno di Julio, malato di tumore: poliziotto per un giorno

"Vorrei avere una macchinina della polizia". Ma per il bimbo di cinque anni arrivato in Italia da Santo Domingo per curarsi la sorpresa è ben più grande: la polizia di Genova è andato a prenderlo con la Lamborghini della Stradale

GENOVA - Un sogno molto semplice: "Vorrei avere una macchinina della polizia". Era questo il desiderio che Julio aveva espresso ai volontari di Make-A-Wish Italia, la Onlus con sede a Genova che dal 2004 opera su tutto il territorio nazionale per realizzare i desideri di bambini gravemente malati. Questo semplice desiderio non solo è diventato realtà, ma si è trasformato in un'esperienza indimenticabile per Julio, un bambino di 5 anni proveniente da Santo Domingo, in Italia da circa un anno e mezzo per curare un neuroblastoma ed è attualmente in cura presso il reparto di oncologia dell'ospedale Gaslini di Genova.

LA SORPRESA - La Polizia Stradale di Genova è riuscita a rendere indimenticabile questa giornata e, con grande disponibilità e partecipazione, ha organizzato per il bambino una meravigliosa sorpresa: Julio per un giorno è diventato un poliziotto della Stradale e arrivando con i suoi nuovi colleghi nella centralissima Piazza de Ferrari ha trovato i regali che tanto desiderava. Il piccolo Julio ha potuto anche vedere da vicino la Lamborghini della Polizia, che ha come impegno principale quello del trasporto urgente di organi.

I REGALI - Un vero e proprio incantesimo di solidarietà che conferma l´attenzione della Polizia alle fasce dei giovani con iniziative legate ai temi della sicurezza stradale. "Da anni ormai la nostra mission si è spostata anche tra i banchi delle scuole di ogni ordine e grado. Iniziamo dagli asili a cercare di spiegare ai giovani guidatori di domani i primi rudimenti dell´educazione stradale", spiega la dott.ssa Alessandra Bucci, dirigente della Polizia Stradale di Genova. "Siamo perciò abituati a rapportarci con i più piccoli, ma questa volta è stata davvero speciale: il desiderio di Julio era chiaro e preciso ed a noi non restava altro da fare che essere noi stessi, con lui al nostro fianco. La sua gioia, i suoi occhi, sono stati alla fine un grandissimo regalo che lui ha fatto a noi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sogno di Julio, malato di tumore: poliziotto per un giorno

Today è in caricamento