rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Città Milano

Terrore in strada: minaccia un passante armato di katana

Attimi di follia nella matina di ieri a Milano: soltanto per pura fortuna nessuno è rimasto ferito. Il protagonista, un 23enne, è stato denunciato dai carabinieri

Con una lunga katana minaccia una persona durante una lite in strada. Mercoledì mattina di follia per un 23enne a Milano. I carabinieri lo hanno bloccato prima che la situazione degenerasse. Il ragazzo, un marocchino, è stato denunciato per "porto abusivo di armi o strumenti atti a offendere". È stato immobilizzato mentre affrontava un incensurato ivoriano di 30 anni.

I militari, impegnati nei servizi straordinari per la sicurezza della Stazione Centrale e dei suoi dintorni, sono intervenuti in via Fara, teatro dell'insolito 'duello': il nordafricano puntava l'arma, ornamentale ma in grado di fare molto male, contro il suo avversario. Secondo quanto riferito dal comando provinciale di via Moscova, la zuffa era iniziata pochi minuti prima per futili motivi. Le grida e la lunga lama (40 centimetri) hanno attirato l'attenzione di altri passanti, che hanno chiamato il 112. Dopo l'arrivo dei carabinieri, il giovane avrebbe cercato inutilmente di nascondere la 'spada'. La katana, ritrovata in strada, è stata sequestrata. Durante l'intervento nessuno è rimasto ferito.

La notte di sangue in Stazione Centrale

La notte appena passata, quella tra martedì e mercoledì, in Centrale era stata parecchio violenta e movimentata. Un uomo di 28 anni, un gambiano irregolare in Italia e con precedenti, era stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio dopo aver quasi ammazzato un 31enne somalo.

La violenza, stando a quanto ricostruito dalla polizia, era esplosa verso le 23.30 in piazza Duca d'Aosta. Dopo una prima discussione, nata per motivi non chiari, il 28enne si sarebbe scagliato con un coltello contro la vittima, colpita più volte alla testa, al torace e al braccio. Bloccato dagli agenti, che hanno fatto non poca fatica a disarmarlo, l'aggressore era stato arrestato. 

Il furto dell'orologio di lusso

Poche ore prima, nel pomeriggio, a pagare il 'conto' era stato un turista giapponese. L'uomo, appena arrivato in città, ha visto sparire nel nulla il suo zaino con dentro un orologio di lusso, un iPad e un iPhone. Il furto è avvenuto poco prima delle 15, all'altezza del McDonald's di piazza Duca d'Aosta, dove il 44enne si era un attimo fermato subito dopo essere uscito dalla Centrale.

Mentre si trovava ai tavolini, secondo quanto lui stesso ha raccontato alla polizia, è stato avvicinato da una donna che gli ha chiesto l'elemosina per poi sparire con il suo zainetto. All'interno della borsa c'era anche un orologio Audemars Piguet Royal Oak di 28mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrore in strada: minaccia un passante armato di katana

Today è in caricamento