Venerdì, 24 Settembre 2021
Città Ancona

Ladri in casa sua, è la sesta volta che le accade: "Mi sento violentata"

"A questo punto metterò un cartello alla porta con scritto che non c'è più niente da rubare e magari lascio 50 euro sul comodino per i ladri", prova a sdrammatizzare la donna

Era andata fuori città per trovare amici, un'assenza di un solo giorno. Tanto è bastato perché i ladri tornassero a fare visita in casa sua. E' la sesta volta che le accade, e la rabbia va di pari passo con la disillusione. Succede ad Ancona. I ladri hanno messo a soqquadro ogni stanza, tranne la cucina. Hanno svuotato cassetti e armadi, dopo aver spaccato una finestra per entrare. Hanno gettato a terra quadri e specchi, nella speranza (vana) di trovare una cassaforte. Si sono dovuti accontentare di poche cose.

"E’ il sesto furto che subisco, i primi tre quando vivevo al Taunus, e ogni volta è la stessa storia: mi sento violentata", racconta la proprietaria dell’appartamento di piazza Fontana, a poca distanza dalla questura.

Lei vive da sola, ha circa 60 anni: il rientro a casa, venerdì sera, per lei è stato uno choc. I ladri hanno forzato la porta-finestra del soggiorno dopo aver praticato un foro sugli infissi e spaccato il doppio vetro. Poi hanno spento le luci, che la proprietaria aveva lasciato accese proprio per tenere alla larga i malintenzionati. Si sono portati via un bracciale, qualche anello, ma la conta definitiva non è stata ancora fatta, visto il caos totale. Indagini affidate ai carabinieri. La donna prova a sdrammatizzare.

"A questo punto metterò un cartello alla porta con scritto che non c'è più niente da rubare e magari lascio 50 euro sul comodino per i ladri"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri in casa sua, è la sesta volta che le accade: "Mi sento violentata"

Today è in caricamento