Giovedì, 29 Luglio 2021
Città Bologna

Ladro seriale in pieno centro, poi torna a casa in taxi con la cassaforte rubata: arrestato

Dopo una serie di "colpi" messi a segno in alcuni negozi del centro di Bologna, una sua ingenuità ha permesso agli inquirenti di rintracciarlo: in casa aveva ancora il bottino dei furti

Immagine di repertorio Ansa

Tre furti (più uno tentato) in pieno centro a Bologna. Per questo è stato arrestato dagli agenti della Mobile un 53enne disoccupato bolognese, accusato di essere un ladro seriale. La polizia è riuscita a risalire a lui ricostruendo grazie alle videocamere di videosorveglianza della zona il percorso fatto tra un colpo e l'altro, fino al passo falso: una delle videocamere ha ripreso il 53enne mentre prendeva un taxi, con tanto di cassaforte e carrellino.

I primi "colpi" accertati sono avvenuti la notte del 9 novembre scorso. Intorno alle 4.30, l'uomo ha forzato le porte d'ingresso di una farmacia in via degli Orefici, portando via ben 4mila euro tra fondo cassa e contenuto della cassaforte. Qualche ora più tardi, intorno alle 6.30, il 53enne ha rubato la cassaforte di un locale in via Santo Stefano con dentro 3mila euro, più due tablet, quattro chiavette antifurto e alcune tessere del locale. Poche ore prima, intorno all'1.30, aveva fatto anche un "passaggio" nel parcheggio interno di palazzo Pepoli Campogrande in via Castiglione, senza portare via nulla però anche se aveva strappato i cavi della corrente e quindi delle videocamere di sorveglianza.

Le indagini dopo i furti in centro a Bologna

Dopo averlo visto dalle videocamere prendere un taxi, gli inquirenti sono risaliti a lui grazie agli accertamenti con la compagnia Cotabo. L'autista ha confermato infatti di aver caricato un uomo con una cassaforte e un carellino, lasciandolo in una via del quartiere Cirenaica. Dai tabulati telefonici è emerso poi che il 53enne aveva chiamato il radiotaxi con un telefono intestato a una donna, che risultava essere residente nello stesso quartiere, ovvero sua moglie.

La successiva perquisizione in casa della coppia ha permesso di ritrovare nel giardino la cassaforte rubata, il flessibile usato per aprire la cassaforte della farmacia e una bicicletta, mentre i tablet, le chiavette e le tessere rubate dal locale di via Santo Stefano erano all'interno dell'appartamento.

Continuando le indagini, gli agenti hanno scoperto grazie alle videocamere che la sera del 1 ottobre l'uomo si era anche introdotto all'interno di un bar in via Altabella, rubando 140 euro di fondo cassa e fuggendo poi in sella a una bicicletta, la stessa ritrovata poi nel giardino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro seriale in pieno centro, poi torna a casa in taxi con la cassaforte rubata: arrestato

Today è in caricamento