Giovedì, 24 Giugno 2021
Modena

Luisa Romagnoli, l'agente morta per coronavirus come la mamma

Deceduta dopo due mesi di malattia, si occupava dell'educazione stradale con i bambini

Luisa Romagnoli, agente della Polizia locale che si occupava del progetto di educazione stradale con i bambini delle elementari di Fiorano Modenese, è morta nella serata del 31 dicembre 2020. Aveva 51 anni. "Profondamente colpiti da una notizia che non avremmo mai voluto sentire, Le siamo vicini, Ferdinando, in un momento che fa conoscere i sentimenti più profondi, il vero dolore e la riflessione turbata davanti al mistero della vita. Accolga i nostri più sinceri sentimenti di condoglianza". Con queste parole il sindaco di Fiorano Modenese, Francesco Tosi, l’amministrazione comunale, tutti i dipendenti e la comunità fioranese tutta esprime il proprio cordoglio ai congiunti per la morte della vigilessa.

Luisa Romagnoli, la vigilessa morta a Fiorano Modenese per coronavirus

Luisa Romagnoli, nata il 16 giugno 1969, era stata assunta in Comune a marzo 2005, come agente di polizia municipale. Si occupava, in particolare, del progetto di educazione stradale con le scuole. In questi anni ha accompagnato, con dolcezza e affabilità, tantissimi bambini delle elementari di Fiorano Modenese, sulla pista creata appositamente nel parco XXV Aprile. Qui Luisa li seguiva mentre imparavano a muoversi in bicicletta tra segnali stradali e semafori. Tutto il comando della Polizia locale piange la sua improvvisa scomparsa.

Si era ammalata a inizi novembre, positiva al coronavirus come la mamma (poi purtroppo deceduta) e il fratello. Era stata ricoverata all’ospedale di Baggiovara, dove la situazione è apparsa subito grave, per poi precipitare fino al decesso.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luisa Romagnoli, l'agente morta per coronavirus come la mamma

Today è in caricamento