Martedì, 2 Marzo 2021
Roma

La mamma con febbre e tosse che organizza due feste per il compleanno del figlio: 60 in quarantena

La donna è poi risultata positiva al nuovo coronavirus. È successo a Ladispoli, in provincia di Roma

Pur avendo febbre e tosse, una mamma ha organizzato due feste per l'ottavo compleanno del figlio, con trenta invitati ciascuna. Subito dopo i party ha effettuato il tampone che è poi risultato positivo. E così sessanta persone - tra bambini e adulti - che hanno partecipato ai festeggiamenti sono finite in quarantena. È successo a Ladispoli, in provincia di Roma.

L'Asl competente ha dovuto avviare il tracciamento, contattare tutti i partecipanti e metterli in quarantena fino all'esito del tampone. "Rinnovo a tutti l'invito ad essere maggiormente responsabili e a scaricare l'applicazione Immuni, che permette di tracciare i contatti e di essere informati nel caso in cui si venga a contatto con persone poi risultate positive", ha scritto in un post il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando.

"Come Amministrazione comunale intensificheremo i controlli, in particolare sul rispetto dell'obbligo di indossare la mascherina ma, come già detto in passato, per superare questo momento c'è bisogno di collaborazione da parte di tutta la città", ha concluso il primo cittadino.

Il nuovo Dpcm e le feste private

Ieri il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato uno stop alle feste private per il pericolo Covid-19 e più controlli nel Dpcm in preparazione per oggi, lunedì 12 ottobre. Ne ha parlato a "Che tempo che fa" su RaiTre scatenando anche le perplessità di Fabio Fazio, il quale durante la trasmissione ha giustamente chiesto come si fa a vietare una festa privata in un appartamento. Speranza ha risposto facendo sapere che ha intenzione di aumentare i controlli e ricordando che gli italiani in questi mesi hanno dimostrato di non avere bisogno di un carabiniere che li controlli.

E ha aggiunto che attualmente "il 75% dei contagi avviene tra le relazioni più strette, ovvero tra chi si conosce e si fida dell’altro finendo per abbassarsi la mascherina". Sullo stop totale il premier Giuseppe Conte avrebbe più di un dubbio. Anche perché, annunciando il decreto legge Covid lo scorso 7 ottobre, il presidente del Consiglio spiegava che "lo Stato non può entrare nelle abitazioni private, lo ritengo un principio sacrosanto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mamma con febbre e tosse che organizza due feste per il compleanno del figlio: 60 in quarantena

Today è in caricamento