rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Pescara

Mamma e figlia di 3 anni da due giorni senza cibo: vanno in questura per chiedere aiuto

La donna è stata rifocillata e accompagnata in una struttura insieme alla sua bimba

Erano già due giorni che lei, una ragazza di 31 anni di nazionalità nigeriana, e sua figlia di 3 anni nel passeggino non mangiavano. Un digiuno difficile da sopportare, soprattutto nel giorno di Natale. Vagavano in città, a Pescara, senza cibo e senza un tetto. La giovane, di origine nigeriana, arrivava dalla Germania e stremata da fame e freddo, nel giorno di Natale ha bussato con la figlia alla porta della questura. Qui gli agenti hanno rifocillato entrambe e, dopo un controllo dei documenti che vedeva la donna in possesso di un permesso di soggiorno rilasciato a Torino, hanno accompagnato le due in una struttura della Caritas.

La ragazza, riferisce la questura di Pescara, era giunta in treno dalla Germania e non aveva alcun punto di riferimento in città. Gli agenti in servizio nel giorno di Natale l'hanno fatta entrare in questura e, dopo aver dato da mangiare sia a lei che alla bambina visibilmente affaticate ed affamate, offrendo loro anche un panettone, si sono comunque sincerati della regolarità della loro posizione sul territorio nazionale.

"Gli agenti delle volanti - continua il racconto - si sono preoccupati di trovar loro un posto dove poter mangiare ed essere ospitate e, dopo aver trovato una sistemazione tramite la Caritas, le hanno accompagnate nella struttura permettendo loro di concludere la giornata di Natale in maniera dignitosa e protetta. L'indomani, l'equipaggio della volante che aveva prestato i soccorsi alla donna e alla sua bimba si è accertato delle loro buone condizioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma e figlia di 3 anni da due giorni senza cibo: vanno in questura per chiedere aiuto

Today è in caricamento