Lunedì, 1 Marzo 2021
Brescia

Mamma “no mask” multata fuori scuola tre volte in 48 ore: a segnalarla i genitori degli altri bambini

In due giorni la donna ha collezionato un totale di 1.200 euro di sanzioni. Il caso a Montichiari (Brescia)

Foto di repertorio Ansa

Tre multe in meno di 48 ore, tutte per lo stesso motivo: non indossava la mascherina all’ingresso della scuola. Protagonista una giovane mamma di Montichiari (Brescia) che ha collezionato un totale di 1.200 euro di sanzioni - 400 euro per ogni infrazione - che se saranno pagate entro cinque giorni, come prevede la norma, le verranno scontate del 30%.

Come scrive Bresciaoggi, la donna si sarebbe più volte rifiutata di indossare la mascherina di fronte all’istituto di via Falcone, che si trova di fronte al piazzale della Asl e dell’ospedale. A segnalare la circostanza, dopo svariati dinieghi (e forse pure qualche parola di troppo) sarebbero stati alcuni genitori.

La mamma “no mask” segnalata dai genitori fuori scuola: tre multe in meno di 48 ore

All’ennesima segnalazione, il sindaco Marco Togni ha deciso di intervenire. 

Mercoledì la mamma si è presentata all’ingresso della scuola senza mascherina ed è quindi scattata la prima sanzione. Il giorno successivo, stessa circostanza che ha fatto scattare quindi la seconda e poi la terza multa. 

Gli agenti della polizia locale hanno inviato in tutte e tre le occasioni la donna a indossare la mascherina ma ogni volta la mamma ha opposto un secco no, ribandendo che la sua era una scelta di principio, e così sono scattate le multe. 

Il positivo al coronavirus scoperto nel bar pieno di gente a Montichiari

Giorni fa, sempre a Montichiari, un 61enne positivo al coronavirus, e che avrebbe dovuto essere a casa in isolamento, è stato scoperto in un bar pieno di gente. In quell’occasione il sindaco Togni non aveva nascosto la propria amarezza e aveva commentato l’episodio con un duro post su Facebook.

“Evito di esprimere considerazioni personali su tale soggetto perché potete immaginare da soli cosa penso - aveva scritto il sindaco Togni - Rammento invece a tutti che coloro che risultano positivi ai tamponi sono posti in misura di isolamento sanitario obbligatorio e pertanto non possono assolutamente uscire di casa. L’infrazione di tale provvedimento comporta la denuncia penale. Si tratta di un gravissimo atto di irresponsabilità andarsene in giro e potenzialmente infettare altri soggetti che potrebbero anche rischiare di morire. Dai monteclarensi mi aspetto maggiore responsabilità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma “no mask” multata fuori scuola tre volte in 48 ore: a segnalarla i genitori degli altri bambini

Today è in caricamento