rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Città Bergamo

La mamma di Yara scrive a Napolitano: "Due anni senza giustizia"

La signora Maura Panarese denuncia al capo dello Stato la "scarsa collaborazione degli investigatori con la parte lesa"

BERGAMO - Due anni senza giustizia. C'è dolore e sconforto nella lettera inviata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dalla mamma di Yara Gambirasio, la ginnasta 12enne scomparsa a Brembate di Sopra (in provincia di Bergamo) e trovata morta dopo tre mesi, il 26 novembre del 2010, in un campo incolto di Chignolo d'Isola.

La signora Maura Panarese ha scritto al capo dello Stato per denunciare la "scarsa collaborazione degli investigatori con la parte lesa". Lo ha rivelato in esclusiva "Quarto Grado" nella puntata andata in onda venerdì sera su Retequattro.

La donna ha espresso le proprie critiche nei confronti di chi ha seguito l'inchiesta. Un'indagine che si è concentrata prima sul cantiere di Mapello, poi sull'ipotetico figlio illegittimo di un autista bergamasco morto da anni, basandosi sull'esame del Dna. Ma alla fine i risultati sperati non sono arrivati. L'assassino di sua figlia Yara non ha ancora un volto. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mamma di Yara scrive a Napolitano: "Due anni senza giustizia"

Today è in caricamento