rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Città Treviso

L'uomo che voleva mangiare e bere a scrocco: così rovinava i baristi, arrestato

Ai domiciliari un 46enne, i fatti a Treviso

Entrava nei bar e minacciava i baristi. "Se non mi date da bere sfascio tutto". Almeno quattro le attività bersagliate da un 46enne di Treviso oggetto di un'ordinanza di misura cautelare ai domiciliari disposta dal Gip per il reato di estorsione continuata.

L'uomo, ormai da diversi mesi, minacciava di distruggere i locali degli esercizi pubblici da lui frequentati e con atteggiamento intimidatorio costringeva i gestori di bar e ristoranti a servirgli bevande e alimenti. Consumazioni che ordinava, ed anzi esigeva, ma non pagava.

Per i quattro titolari di esercizi pubblici della periferia trevigiana, l'arrestato era diventato un incubo: i militari hanno documentato le continue vessazioni a cui erano sottoposti ristoratori e baristi, con i clienti abituali che non entravano nemmeno più nei locali se era presente anche l'uomo, con evidente danno di immagine ed economico per le attività commerciali citate.

L'uomo avrebbe continuato con questo atteggiamento minaccioso e violento in totale spregio di un provvedimento già assunto dalla Questura del capoluogo che gli vietava di accedere e stazionare presso alcuni esercizi pubblici della zona. Rintracciato dai militari dell'Arma, dopo le formalità di rito è stato posto agli arresti domiciliari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che voleva mangiare e bere a scrocco: così rovinava i baristi, arrestato

Today è in caricamento