rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Brescia

Lo chef ucciso da un infarto nel suo ristorante

Inutili i soccorsi. Marco Delaini, 48 anni, è morto sul colpo

Stava preparando la sala del suo ristorante in attesa dei clienti, come faceva ogni giorno ormai da anni, quando è crollato a terra all'improvviso, privo di sensi. Marco Delaini, 48 anni, titolare della trattoria Fornico di Gargnano, in provincia di Brescia, è deceduto a causa di un malore improvviso. Quando l'uomo è stato visto crollare a terra è stato lanciato subito l'allarme: purtroppo però non c'è stato nulla da fare, l'infarto è risultato fatale.

Marco Delaini, lo chef morto per un infarto nel suo ristorante

A darne l'annuncio è la moglie Giada, madre di Lorenzo e Isac, che piangono il loro amato padre. Ma a piangerlo sono anche numerosissimi amici e clienti del ristorante di Gargnano dove Marco lavorava con passione. Ottimo cuoco, ma anche bravissima persona, che si faceva volere bene per il suo modo di essere, sempre gentile e affabile con chi gli stava vicino. I funerali si svolgeranno a Pieve di Tremosine lunedì 28 novembre alle ore 15.

In suo ricordo è stata aperta una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe. In poche ore è stato superato l'obiettivo dei 3mila euro. Soldi che andranno a finanziare il progetto di "riqualificazione del teatro dedicato a Don Fausto, parroco della sua e della nostra infanzia, presso l'oratorio di Pieve di Tremosine", comprando un nuovo sipario per il palco. Così facendo, scrivono gli amici, "rimarrà ancora più vivo il suo ricordo nel luogo che lui amava e che siamo sicuri avrebbe voluto continuasse ad essere il centro di una comunità unita, attiva e solidale".

La raccolta fondi per Marco Delaini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo chef ucciso da un infarto nel suo ristorante

Today è in caricamento