rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Città Aosta

Marijuana nella 'nduja: famiglia in manette

Inchiesta dei carabinieri denominata "Sapori di Calabria": arrestati in flagranza di reato padre, figlia e genero

AOSTA - Beffavano i cani antidroga nascondendo la marijuana fra i prodotti tipici calabresi - 'nduja, soppressate, barattoli di peperoncino - che arrivavano in Valle d'Aosta. Ignari corrieri trasportano i prodotti tipici inviati da parenti dalla provincia di Reggio Calabria.

Un uomo di 50 anni, la figlia 26enne e il marito di 24 anni - tutti aostani - sono stati arrestati dai carabinieri mentre suddividevano e pesavano 1,5 kg di marijuana in un garage. Il gip del tribunale di Aosta ha convalidato l'arresto e ha disposto la misura cautelare in carcere. Denunciata inoltre una loro stretta parente, proprietaria del garage.

Le indagini, ancora in corso, sono iniziate tre mesi fa. L'operazione è stata ribattezzata 'Sapori di Calabria': il camioncino di prodotti tipici che arrivava ogni due settimane circa in Piemonte e in Valle d'Aosta "all'insaputa del corriere trasportava regolarmente un chilo e mezzo di marijuana, che l'organizzazione pagava 4 euro al grammo per poi rivenderla mediamente al doppio", spiega il maggiore Samuele Sighinolfi, al comando del reparto operativo dei carabinieri di Aosta.

L'ultimo carico è del 16 novembre, l'arresto risale al giorno successivo. Sono una ventina le segnalazioni per il consumo di droga nell'ambito dell'indagine, avviata per contrastare il consumo di stupefacenti tra i più giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marijuana nella 'nduja: famiglia in manette

Today è in caricamento