Martedì, 15 Giugno 2021
Milano

Mario De Michele: il poliziotto con 37 anni di servizio ucciso dal coronavirus

È stato stroncato a pochi mesi dalla pensione, aveva 59 anni e lavorava al carcere di San Vittore

Mario De Michele, il poliziotto penitenziario morto a 59 anni

Mario De Michele aveva 59 anni ed è stato stroncato dal coronavirus. L'uomo, sostituto commissario di polizia penitenziaria della casa circondariale di San Vittore a Milano, sarebbe andato in pensione a inizio estate 2021. Il fatto è stato reso noto attraverso un comunicato dal Sappe, il sindacato autonomo della polizia penitenziaria. Mario De Michele era nato a Campodipietra (provincia di Campobasso) e alle spalle aveva 37 anni di servizio.

Mario De Michele, il poliziotto penitenziario morto a 59 anni

"Un collega stimato e apprezzato da tutti, un uomo con la grande passione per il suo lavoro e che tra qualche mese avrebbe raggiunto il traguardo della meritata pensione - così lo definiscono dal sindacato -. Sì, perché il virus maledetto non glielo ha permesso, ma sarebbe andato in pensione tra sei mesi".

"Ciao amico - hanno concluso gli agenti - continueremo a fare il nostro lavoro con la stessa tenacia e passione che ci mettevi tu nel rispetto dei tuoi consigli e dei tuoi insegnamenti". I colleghi di Mario De Michele si sono stretti attorno alla moglie e al figlio.

I numeri sul coronavirus in Lombardia

È sempre critica la situazione coronavirus in Lombardia, anche se diminuiscono i contagi e diminuisce la pressione sugli ospedali. Nella giornata di mercoledì 2 dicembre sono stati accertati altri 3.425 casi in tutta la regione (a fronte di 36.077 tamponi); il rapporto fra tamponi effettuati e i nuovi positivi è del 9.49 %. Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 1.109 persone positive al virus. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile con il consueto bollettino. Nelle ultime 24 ore è diminuito il numero di pazienti nelle terapie intensive (-21); in tutta la regione, complessivamente, ci sono 855 persone nelle rianimazioni con gravi insufficienze respiratorie. Il dato, tuttavia, è un 'saldo' tra i nuovi ingressi, le persone che vengono dimesse e quelle che, purtroppo, muoiono. In una sola giornata i posti letto occupati dai pazienti meno gravi sono diminuiti di 120 unità per un totale di 7.222 . Negli ospedali della Lombardia ci sono in tutto 8.077 persone affette da SarsCov2 (141 in meno rispetto a ieri).

bollettino coronavirus oggi 2 dicembre 2020-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mario De Michele: il poliziotto con 37 anni di servizio ucciso dal coronavirus

Today è in caricamento