rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Brescia

Botte alla moglie: presa a pugni davanti ai figli piccoli

Un marito violento è stato condannato a tre anni. La storia

È stato condannato a tre anni di carcere il 33enne di origini ghanesi arrestato nel marzo di un anno fa a Prevalle, in provincia di Brescia, per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. Questa la decisione del tribunale di Brescia che ha così accolto, in gran parte, le richieste dell'accusa. I fatti sarebbero proseguiti per mesi, anche davanti ai figli piccoli, che oggi hanno 7 e 10 anni. A denunciare l'accaduto fu proprio la moglie, sua connazionale e oggi 38enne.

La sera dell'arresto, la donna sarebbe scappata di casa insieme ai bambini per raggiungere l'ospedale di Gavardo. Qui sarebbe stata medicata dopo l'ennesima aggressione, denunciando quanto successo ai carabinieri. La stessa sera i militari avevano raggiunto l'abitazione per arrestare il marito. In quell'occasione la donna sarebbe stata colpita con un pugno al volto. L'ultimo episodio, come detto, di una lunga serie.

L'aggressività dell'uomo si sarebbe scatenata dalla fine del 2020: secondo quanto riferito dalla donna, il marito l'avrebbe picchiata anche davanti ai figli, spesso per ottenere dei soldi. Un incubo proseguito per mesi, fino al marzo di un anno fa. Ora è arrivata la condanna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte alla moglie: presa a pugni davanti ai figli piccoli

Today è in caricamento