rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Seregno / Monza e della Brianza

Massacra di pugni in faccia l'ex fidanzata fuori da un bar

La folle aggressione a maggio. L'uomo, condannato poche settimane fa, è stato trovato e arrestato

Un uomo di 38 anni, cittadino marocchino con precedenti e condannato a febbraio scorso a un anno e due mesi di carcere per lesioni aggravate e atti persecutori, è stato arrestato nei giorni scorsi da due carabinieri liberi dal servizio. I militari, entrambi del Radiomobile, lo hanno riconosciuto - già in passato lo avevano fermato per droga - in via Massimo D'Azeglio a Seregno (Monza e Brianza), lo hanno seguito e lo hanno bloccato. 

Il 38enne era latitante dopo la condanna arrivata per aver minacciato e pestato a sangue la sua ex fidanzata, vittima delle sue persecuzioni tra il 2021 e il 2022. Il blitz più violento a maggio scorso, quando lo stalker aveva sorpreso la donna fuori da un locale di Milano, l'aveva minacciata con una pistola e l'aveva poi massacrata di pugni. Lui era fuggito, mentre lei era finita in pronto soccorso con trenta giorni di prognosi per la frattura delle ossa nasali e numerose lesioni sul volto. 

Sparito nel nulla e senza fissa dimora, l'uomo è riuscito a restare un fantasma fino a quando - senza saperlo - ha incrociato quei due militari. Riconosciuto il ricercato, i carabinieri lo hanno tenuto d'occhio e poi lo hanno immobilizzato in attesa dell'arrivo dei colleghi. Ora per lui si sono aperte le porte del carcere di Monza.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacra di pugni in faccia l'ex fidanzata fuori da un bar

Today è in caricamento