rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Città Genova

Massacra la moglie, sequestra il figlio di 6 anni e fugge: "Non lo vedrai mai più"

L'uomo è stato fermato dalla polizia a Genova: voleva imbarcarsi per la Tunisia

Avrebbe picchiato la moglie per poi fuggire a folle velocità con il figlio di sei anni verso Genova con l'intenzione di imbarcarsi alla volta della Tunisia. La fuga dell'uomo, un 32 anni tunisino, è durata 150 chilometri: partito da Vigevano è stato localizzato dalla polizia di Stato prima vicino al Terminal traghetti del capoluogo ligure e poi fermato proprio nei pressi  del tribunale, in via 5 Dicembre, dove aveva posteggiato la sua Polo verde con a bordo il bambino.

La vicenda dall'inizio

I fatti risalgono alla notte tra mercoledì e giovedì. Quella sera il 32enne, già denunciato dalla compagna per maltrattamenti, si era presentato a casa ubriaco: dopo aver sfondato la porta d'ingresso si sarebbe scagliato contro la donna, 40 anni, mettendole le mani al collo nel tentativo di strozzarla. Poi l'avrebbe trascinata per i capelli sul pavimento fino in camera. Qui, dopo averle assestato una serie di calci e pugni, l'avrebbe infine calpestata, rompendole due costole. Nella furia, poi, ha preso il bambino e detto alla donna che non lo avrebbe più rivisto.

Il bimbo, in lacrime, sulla porta di casa, prima di essere trascinato via, è riuscito a dire: "Mamy chiama un'ambulanza". Poi è stato di fatto sequestrato dal padre che si è messo alla guida ubriaco, senza patente e probabilmente sotto l'effetto di stupefacenti (nel corso della perqusizione la polizia gli ha infatti trovato in tasca anche mezzo etto di hashish). Nella sua auto c'erano anche i passaporti, dei contanti, la carta di credito della moglie e alcuni documenti del consolato tunisino, dove l'uomo avrebbe chiesto il rinnovo della sua patente di guida scaduta e altre carte indispensabili per imbarcarsi insieme al minore. 

L'uomo si trova ora in stato di fermo in carcere in attesa della richiesta di convalida del pubblico ministero e di applicazione di eventuali misure cautelari per pericolo di fuga. Le accuse che pendono su di lui vanno dalla rapina aggravata alle lesioni gravi, al sequestro di minore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacra la moglie, sequestra il figlio di 6 anni e fugge: "Non lo vedrai mai più"

Today è in caricamento