rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Città Monza e della Brianza

Studente di 14 anni ricoverato per meningite: profilassi per amici e compagni di classe

Gli esami hanno confermato un caso di meningite da meningocco di tipo 'C' in Lombardia. Si tratta di un 13enne di Robecco sul Naviglio, nel Milanese, ricoverato ieri in rianimazione all'ospedale di Magenta. Un caso di meningite fulminante anche a Genova

Un ragazzo di 14 anni è ricoverato all'ospedale San Gerardo di Monza per meningite meningococcica. Il giovane, studente dell’Iis Alessandrini di Abbiategrasso, residente a Robecco sul Naviglio, risulta in gravi condizioni. Il 14enne è giunto nel nosocomio del capoluogo brianzolo dopo essere stato ricoverato all'ospedale Fornaroli di Magenta. Proprio nel pronto soccorso della struttura sanitaria milanese lo studente era giunto all'alba di mercoledì dopo aver accusato un malore. Dopo gli accertamenti è stata diagnosticata la meningite e il ragazzo è stato trasferito a Monza dove è ancora ricoverato.

AGGIORNAMENTO: il ragazzino è morto nel tardo pomeriggio

La profilassi

Come riporta Monza Today l’ATS Città Metropolitana di Milano ha disposto la profilassi per tutti i suoi compagni di classe. Giovedì mattina, proprio all'Alessandrini, si è tenuto un incontro tra i medici dell'Ats e i genitori per - si legge sul sito della scuola - fornire alle famiglie "tutte le informazioni necessarie". Proprio sulla pagina dell'istituto la dirigente scolastica ha pubblicato una nota dell'Ats in cui viene spiegato come valutare il rischio contagio.

Come valutare chi è a rischio contagio

"È a rischio - si legge nella nota - chi ha avuto contatti ravvicinati con la persona malata per un periodo di tempo non breve - almeno quatto ore continuative - nei dieci giorni precedenti l'inizio della malattia".  La stessa Ats ha già identificato i compagni di classe e i professori del quattordicenne - che frequenta la 1 C - e ha disposto per i "contatti stretti" una "chemioprofilassi con antibiotico specifico al fine - si legge nella nota - di ridurre il rischio di malattia".

Caso di meningite fulminante a Genova

Una donna di 79 anni è morta ieri sera poca prima delle 22. Maria Maddalena Fabbri è deceduta nel reparto di Rianimazione dell'ospedale San Martino di Genova dove era ricoverata dal pomeriggio. A stroncarla una crisi cardiaca, ma le sue condizioni erano critiche fin dal suo arrivo al pronto soccorso, come ha fatto sapere la direzione sanitaria. L'anziana aveva avvertito i primi sintomi nella giornata di martedi': febbre alta, dolori, nausea. Dopo i primi accertamenti al pronto soccorso, le analisi di laboratorio hanno confermato la meningite da meningococco. La direzione sanitaria della Asl 3 e il servizio Igiene hanno disposto immediatamente un programma di profilassi che ha coinvolto i familiari e tutte le persone - compreso i militi della pubblica assistenza - che hanno avuto contatti stretti con l'anziana. Da inizio dell'anno a oggi sono sei le persone, a Genova, che hanno contratto la meningite. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studente di 14 anni ricoverato per meningite: profilassi per amici e compagni di classe

Today è in caricamento