rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Città

Donna trovata cadavere sul greto del fiume: non si esclude l'ipotesi del delitto

Si tratta di Michela Rezza, 37enne di Pignano (Frosinone). Indagano i carabinieri

Il cadavere di una donna è stato ritrovato sulle sponde del fiume Cosa, nel frusinate. È quello di Michela Rezza, 37enne di Pignano, una frazione di Alatri, scomparsa da casa alcune ore prima del ritrovamento.

Al momento gli investigatori non escludono alcuna pista, compresa quella dell'omicidio, anche se, come specifica FrosinoneToday " la ferita sull'arcata sopraccigliare potrebbe essere stata causata anche da qualche ramo mentre il corpo veniva trascinato dalla corrente". 

Il corpo senza vita della donna è stato scoperto ieri pomeriggio in località Sant'Emidio da un cercatore di funghi. È stato proprio l'uomo a far scattare l'allarme ai carabinieri. Le indagini proseguono a ritmo serrato.

L'autopsia sul corpo di Michela Rezza

Il dottor Vittorio Misiti, titolare dell'inchiesta, ha affidato al professor Saverio Potenza dell'Università di Tor Vergata di Roma l'incarico di eseguire l'autopsia. I carabinieri della compagnia di Alatri, guidati dal maggiore Gabriele Argirò, in queste ultime ore hanno sentito decine e decine di persone che conoscevano la donna per tracciare la sua personalità e capire se la morte possa essere riconducibile ad un gesto estremo. Da alcune indiscrezioni raccolte sembra che la donna fosse affetta da disturbi psichici. I carabinieri hanno ascoltato anche il compagno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna trovata cadavere sul greto del fiume: non si esclude l'ipotesi del delitto

Today è in caricamento