Mercoledì, 24 Febbraio 2021
Vercelli

Si dimette la sindaca leghista che negava gli aiuti alimentari ad anziani e stranieri

Michela Rosetta si difende e definisce la accuse a suo carico "infondate, ingiuste e gratuitamente infamanti". La sindaca di San Germano Vercellese era stata sospesa dopo l'arresto nell'inchiesta sulla gestione dell'emergenza Covid

Foto Fb/Rosetta

Non ci sta a finire nel tritacarne mediatico. "Ho sempre agito nell'esclusivo interesse della popolazione, cercando di aiutare tutti coloro che versavano in condizioni di difficoltà e facendo buon uso dei denari pubblici". Michela Rosetta, sindaca di San Germano Vercellese, è stata sospesa dopo l'arresto nell'inchiesta sulla gestione degli aiuti per l'emergenza Covid. La prima cittadina definisce le accuse nei suoi confronti "infondate, ingiuste e gratuitamente infamanti". Attraverso il suo legale, l'avvocato Roberto Capra, annuncia le dimissioni da sindaco.

San Germano Vercellese: Michela Rosetta si è dimessa

Rosetta era finita ai domiciliari venerdì per quegli aiuti alimentari comprati con fondi statali per l'emergenza Covid negati a stranieri e anziani non autosufficienti per darli a famiglie più ricche. L'inchiesta della Procura di Vercelli aveva posto ai domiciliari anche un consigliere comunale ed ex assessore. Nell'inchiesta sono indagate anche altre sette persone, tra cui due imprenditori. I reati contestati a vario titolo sono peculato, falso materiale e ideologico e abuso d'ufficio. Rosetta e l'ex assessore gestivano secondo i pm gli aiuti alimentari per l'emergenza Covid destinati alle famiglie povere, distribuendoli illecitamente a famiglie con redditi oltre ai 7.000 euro mensili anziché ai veri beneficiari dei fondi statali: anziani non autosufficienti, nuclei con redditi bassi o con figli minori o disabili, o stranieri in difficoltà.  C'erano "figli e figliastri" e il "pacco da sfigati". Non c'è solo la distribuzione iniqua dei pacchi, la procura contesta anche l'acquisto di generi non essenziali, come mazzancolle e capesante, al centro lo scorso settembre di dure polemiche.  Dolorosa e grave se confermata la vicenda di una cittadina extracomunitaria a cui la sindaca avrebbe negato gli aiuti dopo la richiesta di evitare alcuni alimenti per motivi religiosi. Lei nega ogni accusa e preannuncia battaglia.

Era finita al centro delle polemiche anche per un'altra vicenda

I giudici del Tar un anno fa avevano annullato il provvedimento della sindaca leghista di San Germano Vercellese, che aveva detto no ai profughi nel suo centro abitato, promettendo di multare quei cittadini che avessero deciso di affittare le proprie abitazioni agli stranieri senza prima comunicarlo all'amministrazione cittadina. 

La sindaca leghista che negava gli aiuti alimentari ad anziani e stranieri è stata arrestata

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si dimette la sindaca leghista che negava gli aiuti alimentari ad anziani e stranieri

Today è in caricamento