rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022

Perse un braccio in un incidente, ora lavora in un hotel di lusso: la seconda vita di Michele e il suo sogno di diventare uno chef

A spingerlo la grande voglia di inseguire il suo sogno di lavorare nel mondo della ristorazione e il desiderio di non arrendersi mai: "È la mia sfida"

Nel 2015 Michele Panella rimase vittima di un incidente nel pastificio di famiglia aperto pochi mesi prima, perdendo un braccio in un’impastatrice. 

Da allora per lui è iniziata una seconda vita, che lo ha portato da Castelluccio (Foggia) fino a Marburg in Germania, vicino Francoforte, dove oggi lavora in un hotel di lusso. 

A spingerlo la grande voglia di inseguire il suo sogno di lavorare nel mondo della ristorazione e il desiderio di non arrendersi mai, come ha raccontato a FoggiaToday. 

“Le cose più sono difficili, più ti attraggono e ti danno l’iniziativa per raggiungere la vetta. È la mia sfida”, dice. Oggi lavora in un luxury hotel, dove si occupa di produrre la pasta per il ristorante dell’hotel ma aiuta anche in cucina. 

Michele continua a lavorare anche con un braccio solo, lasciando spesso stupito chi lo vede all’opera. “Le persone che mi hanno visto all’inizio non erano fiduciose e oggi mi dicono: ‘Tu con un braccio solo fai più di quello che fanno gli altri”.

Il suo sogno è lavorare in un ristorante stellato e magari un giorno riuscire ad aprirne uno tutto suo. 

Video popolari

Perse un braccio in un incidente, ora lavora in un hotel di lusso: la seconda vita di Michele e il suo sogno di diventare uno chef

Today è in caricamento