Martedì, 13 Aprile 2021

Un migrante è morto investito mentre fuggiva dal centro d'accoglienza: feriti tre poliziotti

Il dramma è avvenuto nel cuore della notte a Siculiana (Agrigento): all'alba è stato arrestato per omicidio stradale l'uomo alla guida dell'auto piombata sul gruppo

La vita spezzata di un giovane migrante eritreo. Tre poliziotti feriti. E un uomo di 34 anni arrestato. Uno dei migranti in fuga dal centro d'accoglienza Villa Sikania di Siculiana (Agrigento) è stato investito ed è morto lungo la strada statale 115. Era un ragazzo eritreo di 20 anni.

Feriti, sempre perché investiti dalla Volkswagen Touareg, anche tre poliziotti poi trasferiti al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. Due hanno riportato traumi e contusioni varie, il terzo invece ha una brutta frattura e dovrà essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Con l'accusa di omicidio stradale e fuga del conducente è stato arrestato l'uomo alla guida: è un 34enne di Realmonte, una località vicina. 

Il dramma è avvenuto nel cuore della notte. Un gruppo di migranti - dopo che avevano protestato per quasi l'interno pomeriggio e una ventina di loro si erano anche arrampicati sul tetto della struttura d'accoglienza - è riuscito a scappare, raggiungendo la statale. Li inseguivano i poliziotti che erano in servizio di sorveglianza a Villa Sikania. A quel punto è piombata sul gruppo la Volkswagen Touareg: il giovane eritreo è morto sul colpo. Sul posto hanno lavorato la polizia e i carabinieri tutta la notte, per i rilievi e per ricostruire con esattezza la dinamica dell'incidente. 

L'automobilista è stato ascoltato per ore in caserma, fino alle prime luci dell'alba. Non è ancora chiaro se si sia fermato subito dopo l'impatto o meno. Poi è stato arrestato.

La protesta dei migranti positivi a Foggia: "Vogliamo tornare a lavorare" 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un migrante è morto investito mentre fuggiva dal centro d'accoglienza: feriti tre poliziotti

Today è in caricamento