rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Città Milano

A Milano folla in metro all’ora di punta, ma Atm assicura: “Rispettata la capienza dell’80%”

Consigliere di Forza Italia posta su Facebook foto dalla banchina piena di passeggeri e chiede conto dei controlli promessi dall’azienda dei trasporti milanesi , che precisa: “Il conteggio è automatico”

Arriva il treno, la banchina della metropolitana all’ora di punta di un martedì si riempie, tutti i passeggeri stretti gli uni vicini agli altri. Se non fosse per il fatto che le persone riprese nella foto indossano la mascherina, si sarebbe portati a pensare che si tratti di una foto dell’anno scorso, in epoca pre-covid. Invece quella foto è stata scattata questa mattina, intorno alle 8.52, alla fermata Cadorna della M1 rossa di Milano. Un consigliere comunale di Forza Italia, Alessandro De Chirico, l’ha condivisa questa mattina su Facebook, insieme a un’altra scattata all’interno di un vagone, con i viaggiatori piagiati. “I milanesi, caro Beppe Sala, sono molto ligi nell’indossare la mascherina. Si può dire lo stesso di Azienda Trasporti Milanesi?”, si chiede Chirico. 

Dal 14 settembre sono entrate in vigore nuove regole per il trasporto pubblico che prevedono, tra l’altro, la capienza all’80% dei posti disponibili, e l’obbligo di indossare le mascherine. Atm, l’azienda dei trasporti milanese, aveva però garantito come ricorda MilanoToday anche il conteggio elettronico degli accessi con eventualità di blocco temporaneo nei fornelli, con 38 stazioni del metrò presidiate per assistere e indirizzare i passeggeri. 

“Dove sono i controlli per il contingentamento degli ingressi in metropolitana? - scrive De Chirico - Sarebbe il caso di utilizzare il personale delle partecipate o delle cooperative appaltatrici ai tornelli, come avevo proposto lo scorso maggio. Mi consenta, caro sindaco, prima di puntare il dito si preoccupi di fare il suo”.  Affollamenti sulla banchina della metro sono stati denunciati anche da diversi lettori. Uno di loro afferma: “Ho indicato la cosa più e più volte al personale di Atm, che di fatto se ne lava le mani e mi ha invitato a rivolgermi al 112. Se non si mette personale a far rispettare le regole non ne usciremo più”.

Folla sulla banchina della metro Cadorna, la replica di Atm

Atm sottolinea a MilanoToday che in quel momento alla fermata Cadorna era pianamente rispettato il contingentamento previsto dal Dpcm del 7 settembre fino all’80% della capienza sui mezzi pubblici. Il controllo, spiega l’azienda dei trasporti, viene effettuato ai tornelli con il conteggio elettronico che “blocca” gli accessi una volta superata tale soglia. Nel caso di un treno appena arrivato in stazione si può creare un naturale affollamento, dice Atm, tra persone in discesa e in salite, evidenziando però che dopo il Dpcm del 7 settembre “non si può più parlare di affollamento perché non è più previsto l’obbligo di distanza di un metro”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano folla in metro all’ora di punta, ma Atm assicura: “Rispettata la capienza dell’80%”

Today è in caricamento