Mercoledì, 28 Luglio 2021
Città Milano

Milano, uccide il fidanzato con un colpo di katana: morto 40enne

A sferrare il colpo mortale sarebbe stata la compagna della vittima, che è stata fermata. L'uomo è morto poco dopo il trasporto in ospedale

Foto di repertorio

MILANO -  La lite e i toni che si alzano. Il colpo di katana che recide l’arteria femorale e la disperata corsa verso l’ospedale, purtroppo vana.  Questi i fotogrammi del film dell’orrore, come racconta Carmine Ranieri Guarino su Milano Today, andato in scena sabato pomeriggio in un appartamento di via Filippo Carcano, teatro dell’omicidio di un uomo di quaranta anni, italiano. 

L'OMICIDIO - Secondo le primissime ricostruzioni della polizia, a sferrare il colpo omicida sarebbe stata una donna, convivente della vittima, già fermata e in corso d’identificazione. 

LA LITE, POI LA SPADA - Sembra che, poco dopo le tre di pomeriggio, i due abbiano litigato violentemente e che la donna abbia impugnato la katana, una tipica spada giapponese con una lama di circa trenta centimetri, colpendo l’uomo al femore. Il quarantenne è stato trasportato in ospedale in condizioni gravissime, ma è morto poco dopo. 

LE INDAGINI - Sul luogo dell’omicidio, un appartamento che sembra vittima e presunta omicida condividevano, sono intervenuti gli agenti della scientifica, che stanno eseguendo i rilievi, e i poliziotti, che stanno vagliando la posizione della donna. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, uccide il fidanzato con un colpo di katana: morto 40enne

Today è in caricamento