Massimiliano e Davide, i due fratelli scomparsi nel nulla: c'è la svolta nelle indagini

I carabinieri di Cagliari hanno fermato con l'accusa di duplice omicidio gli unici due indagati. Padre e figlio sono stati arrestati. Era il 9 febbraio 2020, quando i due fratelli calabresi Massimiliano e Davide Mirabello, rispettivamente di 35 e 40 anni, sparirono da Dolianova

I cadaveri non sono ancora stati trovati, nonostante le ricerche a tappeto delle scorse settimane. Nessuna nuova traccia dei fratelli Mirabello, scomparsi nel nulla a Dolianova (Sud Sardegna). Ma a livello investigativo la svolta c'è. 

Fratelli Mirabello, due persone fermate per omicidio

I carabinieri di Cagliari hanno fermato con l'accusa di duplice omicidio gli unici due indagati, J.M., 57 anni e il figlio M.M. di 27. Padre e figlio sono stati arrestati. Era il 9 febbraio 2020, quando i due fratelli calabresi Massimiliano e Davide Mirabello, rispettivamente di 35 e 40 anni, sparirono da Dolianova: la Procura di Cagliari aveva da tempo aperto un'inchiesta per duplice omicidio. L'auto dei fratelli era stata trovata bruciata e anche tracce di sangue era state individuate non distanti dalla loro abitazione. Padre e figlio, vicini di casa dei Mirabello, erano stati iscritti da tempo nel registro degli indagati con l'ipotesi di duplice omicidio. Con i due indagati i Mirabello avevano avuto screzi e scontri anche fisici in passato per un terreno confinante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Traccia di sangue sulla portiera dell'auto dei fermati"

A carico dei fermati, evidenzia l'agenzia Ansa, ci sarebbero svariati elementi recuperati nel corso delle indagini: le tracce di sangue trovate lungo la strada in cui è stata anche trovata bruciata l'auto dei due fratelli Mirabello, un paio di guanti sporchi di sangue e altri indizi tutti trovati grazie alle ricerche approfondite, a tappeto, condotte dai militari del Nucleo investigativo del Comando provinciale, delle unità cinofile e molecolari e dagli uomini del 9° Battaglione che hanno battuto in lungo e largo le campagne e le tante porcilaie nella zona di campagna di Dolianova. I Ris avrebbero trovato una traccia di sangue sulla portiera dell'auto dei fermati. La traccia di sangue è stata riscontrata dai carabinieri sulla portiera lato guidatore. L'esito delle analisi non ha lasciato dubbi: era di Davide Mirabello. Le indagini proseguono.

Fratelli scomparsi nel nulla, l'appello della sorella: "Vogliamo la verità"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il conto salato poi la lite, Federico Fashion Style rompe il silenzio: extension rimosse per far pagare meno alla cliente

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 30 giugno 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 25 giugno 2020

  • Coronavirus: trucchi e consigli per pulire e disinfettare il condizionatore

  • Aumenti in busta paga dal 1° luglio, è conto alla rovescia: quanti euro in più e a chi spettano

  • Buste paga, a luglio oltre al bonus c'è anche il rimborso (ma non per tutti)

Torna su
Today è in caricamento