Giovedì, 24 Giugno 2021
Omicidi / Lecce

Evade, uccide un uomo e si schianta con la sua auto: arrestata 32enne

Salvatore Maggi, 74enne di Monteroni di Lecce, è la vittima di un omicidio consumato nella serata di ieri. Il corpo dell'uomo è stato trovato nudo e con diverse ferite. Tutto è cominciato quando due donne hanno annotato la targa di un'auto che le ha tamponate

MONTERONI DI LECCE – Dopo aver commesso un omicidio ha tamponato un’auto con madre e figlia a bordo e scappa. Per fortuna due vittime dell'incidente hanno annotato il numero di targa e chiamato le forze dell’ordine. Così la polizia ha rintracciato in pochi minuti il mezzo, intestato però a un uomo trovato senza vita poco dopo, nelle campagne tra Arnesano e Monteroni di Lecce. Si tratta di Salvatore Maggi, 74enne di Monteroni di Lecce, nudo e con delle lesioni sul corpo.

L'ARRESTO - A finire in manette Valentina Piccinonno, la 32enne leccese arrestata il 10 giugno di un anno fa per aver rapito una bambina di appena sei anni. Piccinonno è dunque evasa dagli arresti domiciliari.

LA VITTIMA - I poliziotti si sono recati immediatamente presso l’abitazione del proprietario del mezzo. Lì hanno trovato la moglie dell'uomo, preoccupata dall'assenza del marito, uscito di casa dalla mattina. Sono allora iniziate le ricerche che si sono concluse intorno alle 22.30 con la drammatica scoperta. Sulla fronte del 74enne c'era una ferita profonda e diverse ecchimosi sulle palpebre. Altre lesioni sono state riscontrate all’altezza del collo. 

L'ASSASSINA - La 32enne era stata rintracciata dagli agenti delle volanti mentre si dirigeva verso casa. Accanto a lei, anche un uomo sul quale gli inquirenti stanno eseguendo alcuni accertamenti. Non è ancora dato sapere se il passeggero sia o meno coinvolto nella vicenda. Di certo c’è che all’interno del bagagliaio della Panda è stata rinvenuta una busta in plastica contenente alcuni indumenti intrisi di sangue appartenenti alla guidatrice. Ma accanto agli abiti, vi erano anche il portafogli, i documenti personali e un blocchetto assegni appartenente alla vittima dell’omicidio.

LA CONFESSIONE - Ai poliziotti - confessando l'omicidio - avrebbe dichiarato di essersi difesa, nell'ambito di una colluttazione, per rifiutare un rapporto sessuale al quale l'uomo l'avrebbe voluta costringere. E' una versione che gli investigatori stanno analizzando per verificarne la veridicità e capire il ruolo ricoperto dal passeggero che viaggiava assieme a lei. 

Tutti gli aggiornamenti su Lecce Prima

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade, uccide un uomo e si schianta con la sua auto: arrestata 32enne

Today è in caricamento