Martedì, 27 Luglio 2021
Città Milano

Milano, donna incinta di due gemelli muore a 36 anni

I medici le hanno praticato un parto cesareo d'urgenza dopo una emorragia, ma l'operazione non è riuscita. Claudia Bordoni è morta e non sono sopravvissuti i due feti, che pesavano soltanto 300 grammi ciascuno.

MILANO - Claudia Bordoni aveva 36 anni. Si era affidata alla procreazione assistita ed era incinta di due gemelli. Era ricoverata alla Mangiagalli, trasferita per complicazioni della procreazione del Policlinico di Milano, dove era ricoverata per complicazioni cominciate all'ospedale San Raffaele.

I medici le hanno praticato un parto cesareo d'urgenza dopo una emorragia, ma l'operazione non è riuscita. La donna è morta e non sono sopravvissuti i due feti, che pesavano soltanto 300 grammi ciascuno.

La donna era originaria della provincia di Sondrio e si trovava, da quanto si è appreso, alla 24esima settimana di gravidanza. Aveva avuto il sentore di un parto spontaneo e si era quindi recata al San Raffaele, la struttura ospedaliera che la seguiva nella procreazione assistita.

A causa delle complicazioni, però, i medici avevano valutato necessario il trasferimento alla Mangiagalli, dove c'è un reparto di terapia intensiva neonatale. Quindi il tentativo di parto cesareo e la tragedia.

La famiglia ha presentato un esposto in procura, che ha aperto una inchiesta e disposto l'autopsia. Il Policlinico (da cui dipende la Mangiagalli) in una nota ha parlato di "tragica fatalità" e i responsabili e i medici si sono detti "vicini alla famiglia".

La notizia su MilanoToday
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, donna incinta di due gemelli muore a 36 anni

Today è in caricamento