rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Castellammare di Stabia / Napoli

È morta Pupetta Maresca: chi era lady Camorra

Sposa del boss Pasquale Simonetti, si era contrapposta alla nuova Camorra organizzata di Raffaele Cutolo

Si è spenta a ottantasei anni nella sua abitazione di Castellammare di Stabia Assunta Maresca, conosciuta da tutti come Pupetta. La donna era tornata a vivere in provincia di Napoli dopo il carcere. Sposa del boss Pasquale Simonetti (Pascalone ‘e Nola) si contrappose alla nuova Camorra organizzata di Raffaele Cutolo. Mentre era incinta, aveva vendicato la morte del marito uccidendo il mandante Antonio Esposito, detto Totonno ‘e Pomigliano, che era stato suo testimone di nozze. Arrestata e condannata a 13 anni e 4 mesi, è stata graziata dieci anni dopo, fin quando non si sposò con Umberto Ammaturo, detto ‘o Pazzo, con il quale ha avuto due figli.

Negli ottanta si è scagliata apertamente contro Raffaele Cutolo e la sua camorra organizzata. Accusata dell'omicidio di Ciro Galli, ha sfidato il capo dell’organizzazione. Nel 1986 è stata arrestata proprio per affiliazione alla nuova famiglia. Una volta libera, è tornata a vivere dove era nata, a Castellammare. “Pupetta - Il coraggio e la passione”, di Luciano Odorisio (2013), è la fiction di 4 puntate nella quale Pupetta Maresca è stata interpretata da Manuela Arcuri sulle reti Mediaset, riscuotendo un discreto successo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morta Pupetta Maresca: chi era lady Camorra

Today è in caricamento