Mercoledì, 14 Aprile 2021
Padova

"Niente di grave, torni tra 4 mesi": mamma muore di tumore

La donna è deceduta sabato all'hospice Santa Chiara di Padova. Alla prima visita i medici l'avrebbero rassicurata, dicendole di ritornare nelle settimane successive. Ma, a quel punto, la massa era raddoppiata

(foto di repertorio)

PADOVA - E' morta a 39 anni per un tumore che forse si sarebbe potuto diagnosticare prima, magari in tempo.

Non si dà pace il marito della donna, un operaio residente a Mortise con i suoi quattro figli, tutti molto piccoli, dai 3 ai 12 anni. Vorrebbe sapere perché, alla prima visita, quando alla moglie sarebbe stato trovato un nodulo al seno di 2,7 centimetri, i medici che la visitarono le risposero che poteva stare tranquilla e tornare per un controllo quattro mesi più tardi. Sul caso, l'avvocato Marina Infantolino ha chiesto l'apertura di un'inchiesta.

Come racconta PadovaOggi, il calvario della 39enne sarebbe iniziato nel 2013. I sanitari dell'Ulss 16 che la visitarono la prima volta, avrebbero detto alla signora di ritornare dopo quattro mesi. Alla seconda visita, nel settembre di quell'anno, quello stesso nodulo sarebbe risultato molto più grande, tanto da indurre i medici a sottoporre la paziente ad un prelievo con l'ago aspirato. Quindi l'amaro responso: carcinoma.

La donna avrebbe quindi iniziato ad affrontare la chemioterapia. Un'agonia finita con l'estendersi del tumore, fino alla morte, sabato scorso, nell'hospice Santa Chiara di Padova. Ora, quello che il marito, stremato dal dolore, vorrebbe sapere è se quella massa maligna potesse essere identificata prima, alla prima visita, quando i medici rispedirono a casa la donna, rinviando il tutto di altri quattro mesi. (da PadovaOggi)
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Niente di grave, torni tra 4 mesi": mamma muore di tumore

Today è in caricamento