Lunedì, 26 Luglio 2021
Città Brescia

Trova un vecchio ordigno sui monti e lo porta a casa: muore nell'esplosione

Un turista milanese, Alessandro Marini, 35 anni è morto a causa della deflagrazione della bomba, un vecchio ordigno della Grande Guerra trovato sui monti dell’Adamello, nel Bresciano

Foto d'archivio

Aveva trovato quel vecchio ordigno sui monti, e aveva deciso di portarlo a casa. Un turista milanese, Alessandro Marini, 35 anni è morto a causa della deflagrazione della bomba. Un arrugginito ordigno vecchio di cento anni, che aveva resistito al tempo sui monti dell’Adamello, nel Bresciano. 

Un ordigno risalente alla Prima Guerra Mondiale

Marini era in vacanza  con i genitori a Vezza d’Oglio in Valle Camonica: nel pomeriggio di venerdì la bomba gli è esplosa tra le mani e gli ha provocato ferite che non gli hanno lasciato scampo. 

In settimana, sembra nella giornata di martedì, durante un’escursione in quota aveva trovato alcuni resti della Prima Guerra Mondiale e li aveva portati a casa, lasciandoli nel garage. Nel pomeriggio di venerdì, intorno alle 18, è entrato probabilmente per guardarli da vicino, toccarli ed è subito stato investito da una violenta esplosione. 

Esplosione nel garage

I vicini di casa di Alessandro in quel momento si trovavano in giardino: hanno visto del fumo bianco uscire dal garage e hanno dato l’allarme. Pochi secondi dopo, dalla stanza è uscito anche l'uomo, correndo e tenendosi le mani sul petto per cercare di fermare l’emorragia. 

Il trentacinquenne è riuscito ad arrivare nel suo appartamento, dove è stato trovato dai soccorritori, giunti con un elicottero da Sondrio. Il personale medico per una lunghissima ora ha cercato di salvare la vita ad Alessandro, purtroppo senza riuscirci. 

La notizia su MilanoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova un vecchio ordigno sui monti e lo porta a casa: muore nell'esplosione

Today è in caricamento