Domenica, 13 Giugno 2021
Città Bologna

E' morto il cardinale Giacomo Biffi. Papa Francesco: "Un caro fratello"

L'arcivescovo, malato da tempo, era ricoverato nella casa di cura bolognese "Toniolo"

Si è spento questa notte alle 3 il cardinale Giacomo Biffi, 87 anni, arcivescovo emerito di Bologna. Ne dà notizia la diocesi. L'arcivescovo, malato da tempo, era ricoverato nella casa di cura bolognese "Toniolo".

Nato a Milano il 13 giugno 1928, venne ordinato sacerdote a Milano il 23 dicembre 1950 dall'arcivescovo cardinale Alfredo Ildefonso Schuster. Il 7 dicembre 1975 venne eletto da Paolo VI vescovo titolare di Fidene e ausiliare del cardinale Giovanni Colombo, arcivescovo di Milano, che lo consacrò vescovo l'11 gennaio 1976. Dal 1976 al 1982 fece parte della Commissione episcopale della Cei per la dottrina della fede, la catechesi e la cultura, di cui fu segretario dal 1979 al 1982. Inoltre nel 1982 venne eletto fra i componenti della Commissione episcopale per la liturgia. Nominato arcivescovo di Bologna il 19 aprile 1984, prese possesso canonico dell'arcidiocesi il primo giugno 1984, facendovi solenne ingresso il giorno successivo, 2 giugno. Il 7 luglio dello stesso anno venne eletto presidente della Conferenza episcopale dell'Emilia Romagna.

Ricevette la porpora cardinalizia da Giovanni Paolo II nel Concistoro del 25 maggio 1985. Membro della Congregazione per il clero e della Congregazione per l'educazione cattolica, nel 1989 predicò gli esercizi spirituali a papa Giovanni Paolo II e alla Curia romana e nel 2007 a papa Benedetto XVI e alla Curia romana. Orientamento conservatore, spesso polemico sui temi dell'islam e dell'immigrazione, scrisse una sorta di testamento spirituale e biografico intitolato "Memorie e digressioni di un italiano cardinale". Lasciò il governo dell'Arcidiocesi bolognese, per raggiunti limiti di età, il 16 dicembre 2003.

 "Ho appreso con tristezza la notizia della morte del cardinale Giacomo Biffi, dopo lunga infermità, vissuta con animo sereno e con fiducioso abbandono alla volontà del Signore. Desidero esprimere a lei, all`intera comunità diocesana di Bologna e ai familiari del compianto porporato la mia profonda partecipazione al loro dolore". Lo scrive Papa Francesco in un telegramma di cordoglio inviato da Asunción in Paraguay, dove si trova per il suo viaggio apostolico, all`attuale arcivescovo di Bologna, il cardinale Carlo Caffarra.

"Penso con affetto a questo caro fratello nell`episcopato, che ha servito con gioia e sapienza il Vangelo e ha amato tenacemente la Chiesa. Ricordo con gratitudine - si legge nel messaggio del Papa - l`intensa opera pastorale profusa dapprima quale zelante presbitero e vescovo ausiliare di Milano, poi come guida sollecita e saggia di codesta arcidiocesi. E` noto altresì l`instancabile servizio da lui reso alla formazione umana e cristiana di intere generazioni mediante l`insegnamento e la pubblicazione di diverse opere. Particolarmente efficace risultava il suo linguaggio diretto e attuale, posto al servizio della Parola di Dio, come pure l`apprezzata predicazione degli esercizi spirituali, in particolare quelli tenuti alla Curia romana".

"In questo momento di lutto - conclude il telegramma - elevo fervide preghiere al Signore affinché, per intercessione della Beata Vergine di San Luca, accolga questo suo fedele servitore e insigne pastore nella celeste Gerusalemme, e di cuore imparto a lei, alla cara Chiesa felsinea e a quanti lo hanno conosciuto e stimato una speciale benedizione apostolica".

Leggi su BolognaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto il cardinale Giacomo Biffi. Papa Francesco: "Un caro fratello"

Today è in caricamento