Sabato, 25 Settembre 2021
CRONACA / Padova

Davide, morto mentre lavora nel panificio: assunto cinque ore dopo il decesso

Il quarantaquattrenne è stato stroncato da un'aneurisma mentre lavorava in un panificio. La sua posizione, secondo chi indaga, è stata regolarizzata solo cinque ore dopo la morte

PADOVA - E' morto lavorando. Se ne è andato all'alba di martedì scorso mentre preparava il pane per il forno nel quale lavorava solo da due giorni, in prova. Lo stesso forno che, secondo i primi accertamenti degli inquirenti, avrebbe perfezionato la sua assunzione cinque ore dopo l'incidente, quando Davide Villa, quarantaquattrenne di Albignasegno, nel padovano, era già morto.  

L'autopsia ha chiarito come la vittima sia stata stroncata da un'aneurisma mentre prestava servizio nel forno del panificio "Arena", in via Vallisnieri a Padova. Al momento della tragedia, nel laboratorio era presente un collega di Villa che, udito un tonfo improvviso, era accorso trovando l'uomo disteso a terra in un lago di sangue. La ferita alla testa, secondo quanto emerso dall'autopsia, non sarebbe riconducibile alle cause del decesso, ma sarebbe conseguenza del malore e della caduta, il che evidentemente esclude la fattispecie dell'infortunio sul lavoro.

Per il proprietario del panificio, però, nuovi guai potrebbero essere all'orizzonte. Sembra infatti che dalle prime ricostruzioni emerga come la comunicazione di assunzione all'Inps sarebbe giunta solo nella tarda mattinata di martedì. Quando Davide era già morto. (da PadovaOggi)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Davide, morto mentre lavora nel panificio: assunto cinque ore dopo il decesso

Today è in caricamento