Lunedì, 26 Luglio 2021
Città Cagliari

Baby calciatore tenta una rovesciata e muore in campo: shock a Cagliari

Luca Puxeddu, 10 anni, al termine dell'allenamento si era trattenuto sul terreno di gioco per alcuni esercizi. La tragedia davanti agli occhi del padre

QUARTU SANT'ELENA (CAGLIARI) - Un bambino di 10 anni è morto dopo aver battuto la testa a terra giocando a calcio al campo San Francesco a Quartu Sant'Elena. Luca Puxeddu al termine dell'allenamento si era trattenuto sul terreno di gioco per alcuni esercizi.

L’incidente è avvenuto intorno alle 19,30. Dopo aver fatto una rovesciata ha violentemente battuto il capo sul terreno.

Inutili i soccorsi da parte del padre che era a bordo campo e dell'unità medicalizzata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Dopo i rilievi il magistrato ha disposto la rimozione della salma.

L'intera comunità è sotto shock. Il sindaco Stefano Delunas è arrivato nella sede della società: È stata una tragica fatalità - ha detto il primo cittadino - ho parlato con il presidente della società e ho controllato anche la certificazione sanitaria del bambino: tutto regolare. Il ragazzino al termine dell’allenamento è rimasto in campo e dopo la rovinosa caduta si è rialzato chiamando il padre. Poi si è accasciato sul terreno senza più riprendere conoscenza". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby calciatore tenta una rovesciata e muore in campo: shock a Cagliari

Today è in caricamento