Martedì, 20 Aprile 2021
Lecco

Travolto da una valanga, è morto a 38 anni il "Ragno" Matteo Bernasconi

Il suo corpo è stato ritrovato alle 2 della scorsa notte: era uno dei membri di spicco dei Ragni di Lecco, un'associazione alpinistica molto conosciuta e apprezzata

Matteo Bernasconi sulle sue montagne. Foto Facebook

Lutto nel mondo dell'alpinismo: se n'è andato a soli 38 anni Matteo Bernasconi. Il suo corpo è stato ritrovato alle 2 della scorsa notte. Ragazzo solare e padre, era uno dei membri di spicco dei Ragni di Lecco, un'associazione alpinistica molto conosciuta e apprezzata. Il suo corpo senza vita è stato recuperato dagli uomini del Soccorso alpino. Bernasconi è stato travolto ieri da una valanga nel Canale della Malgina, al Pizzo del Diavolo, in Valtellina. L'allerta era scattata martedì nel tardo pomeriggio. Gli uomini del Cnsas sono riusciti a concentrare le ricerche in una zona circoscritta dopo aver trovato l'auto. Dopo alcune ore, purtroppo, il tragico rinvenimento.

L’incidente è avvenuto nel Canale della Malgina, Pizzo del Diavolo, in Valtellina, un noto itinerario scialpinistico. Bernasconi era da solo ed è stato travolto da una valanga che non gli ha dato scampo. Hanno partecipato all'intervento il Cnsas - VII Delegazione Valtellina Valchiavenna, Stazione di Sondrio, con tecnici e Ucv (unità cinofile da valanga) e con il Sagf, Soccorso alpino Guardia di finanza. Sul posto è giunto l'elicottero di Areu partito da Caiolo.

Classe 1982, originario di Como, Bernasconi faceva parte dei Ragni Lecco dal 2003; nel 2011 era diventato Guida alpina. Grande appassionato di montagna in ogni sua espressione, dall'arrampicata al ghiaccio all'alpinismo e allo sci, aveva partecipato a tutte le spedizioni dei "Maglioni Rossi" in Patagonia, in tutto sette dal 2006 al 2013, con l'apertura di diverse nuove vie e momenti comunque indimenticabili come l'avventura, complicatissima, del 2012 sulla parete Ovest della Torre Egger con Matteo Della Bordella, quando i due furono costretti a desistere a pochi metri dal traguardo.

In tanti lo piangono e lo ricordano sui social in queste ore. Era conosciuto e stimato nel Lecchese per le sue imprese in montagna e non solo. I Ragni di Lecco lo hanno abbracciato con un commosso "Ciao Berna" sui propri canali social e scrivendo sul sito ufficiale: "In questo momento non abbiamo parole per esprimere il nostro cordoglio. Possiamo solo stringerci in un grande abbraccio alla sua famiglia e a tutti gli amici che hanno avuto l’onore di conoscerlo e di legarsi con lui in montagna".

soccorso_alpino_matteo_bernasconi3-2

I soccorsi nella zona in cui la valanga ha sorpreso Bernasconi (Foto soccorso alpino)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto da una valanga, è morto a 38 anni il "Ragno" Matteo Bernasconi

Today è in caricamento