Sabato, 27 Febbraio 2021

Cerca di recuperare la moto dal canale dopo l'incidente: muore annegato

II corpo di un Michele Zolin, di Sandrigo, è stato recuperato martedì mattina. Sul posto i sommozzatori in cerca dell'Aprilia

Il luogo dove è avvenuto l'incidente e il luogo dove è stato ritrovato il cadavere

Il corpo senza vita di Michele Zolin, un 40enne di Sandrigo, nel vicentino, è stato rinvenuto nella mattina di martedì 17 luglio in un canale. Secondo una prima ricostruzione l'uomo è morto per annegamento nel tentativo di recuperare la moto finita in acqua dopo un incidente stradale avvenuto nella tarda serata di lunedìa Schiavon, a circa un chilometro e mezzo di distanza dal luogo del ritrovamento. 

L'uomo è uscito di strada da solo poco prima di mezzanotte in via Campogallo a Schiavon, lungo la provinciale bassanese, forse per un colpo di sonno, di ritorno da una festa a Nove. Sul luogo dell'incidente è stato trovato un casco e una carta di circolazione che riconduce a una Aprilia 125. Un residente in zona ha riferito di aver visto il 40enne imprecare dopo la caduta. Il 40enne si era quindi levato il casco e ha provato a tirara fuori la moto finita in acqua nella canaletta che in punto viene intubata per far girare una ruota poco più avanti. 

Sbanda con la moto e finisce contro un palo: Daniele muore a 27 anni

Una mossa risultata fatale: la forte corrente ha risucchiato il giovane che è morto annegato e il cui corpo è stato trasportato fino in via Vegra di Sopra a Pozzoleone dove è stato ritrovato questa mattina da un'agricoltore. Sul luogo dell'incidente sono al lavoro i vigili del fuoco e i sommozzatori che stanno cercando di recuperare la moto. 

La notizia su VicenzaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di recuperare la moto dal canale dopo l'incidente: muore annegato

Today è in caricamento